Quest'anno la decima vittoria è arrivata con tre mesi d'anticipo. E con 13 punti sulla zona rossa, adesso c'è da divertirsi

19.02.2020 23:02 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Quest'anno la decima vittoria è arrivata con tre mesi d'anticipo. E con 13 punti sulla zona rossa, adesso c'è da divertirsi

È vero che lì dietro hanno iniziato a correre (quasi) tutte. È vero che anche un anno fa il Parma aveva iniziato benissimo, per poi finire però con un fiatone incredibile e una salvezza a rotta di collo dopo un campionato passato in piena tranquillità. Però è indubbio che quest'anno i crociati hanno continuato a premere sull'acceleratore anche nella seconda parte di stagione. La prova regina, nel delitto perfetto compiuto da D'Aversa e dai suoi, è la vittoria numero 10, riportata contro il Sassuolo. Nel passato campionato il decimo successo arrivò solamente alla penultima giornata, contro la Fiorentina. E valse la salvezza.

Adesso, con tredici punti sulla zona retrocessione, nonostante dietro (come detto) si inizi a galoppare, non si può ancora pensare alla salvezza. Che è praticamente acquisita, visto che mancano 14 giornate al termine. Attenzione, però, a non pensare subito all'Europa come nuovo obiettivo. È vero che il Parma vince anche se dimezzato dagli infortuni ma è anche vero che il Milan si è svegliato e che sono altre le squadre costruite per ottenere un posto utile per partecipare alle Coppe. Quindi, semplicemente, ci sarà da divertirsi. Per provare a chiudere la Serie A nella parte sinistra, nella Top 10 insomma. Come non capita da anni e anni...