Parma sogna una squadra all'altezza della città: in campo per ripagare gli investimenti e tornare in alto

17.11.2021 21:46 di Rocco Azzali   vedi letture
Parma sogna una squadra all'altezza della città: in campo per ripagare gli investimenti e tornare in alto
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Ci lamentiamo spesso di tutto, ma in realtà siamo fortunati. Anche se a noi parmigiani piace brangognare, la nostra è la città in cui si vive meglio in Italia. Non sono io a dirlo, ma il quotidiano ItaliaOggi che, insieme alla “Sapienza” di Roma, ha condotto un’indagine basata su parametri che hanno stabilito quanto sopra. Ma sapete chi è ancora più fortunato di noi comuni mortali? I giocatori del Parma: loro sono quelli che, dati alla mano, stanno meglio di tutti. Nella città dove si sta meglio di tutte. La Gazzetta dello Sport, infatti, ha stilato un resoconto dove vengono indicati i monte ingaggi di tutte le 20 squadre di Serie B, ed è emerso che i crociati sono per distacco i più pagati del campionato cadetto. Se non altro, c’è da dire che quello ducale è il club con più tesserati tra tutte, ma molti di loro sono aggregati alla Primavera o in giro tra prestiti vari, per cui tra i meno gravosi sulle finanze societarie.

Ma tutta questa risonanza mediatica e l’eco derivante dai primati sopra elencati, non sarà un ulteriore avversario contro cui dover lottare? I tanti giovani che abbiamo, saranno in grado di saper fronteggiare le pressioni che circondano una squadra blasonata che ancora occupa intere pagine di stampa nazionale nonostante disputi una lega di rilevanza secondaria? Che il Parma sarebbe stato sotto la lente d’ingrandimento già si sapeva in estate, o forse prima ancora: il quarto club d’Italia per trofei vinti a livello europeo, che si presenta a disputare un campionato di Serie B con in porta Buffon e Vazquez in cabina di regia non poteva altro che attendersi queste attenzioni. Una società che per allestire la rosa attuale ha speso più di tante altre squadre di Serie A doveva aspettarselo di andare incontro alla critica generale, che avrebbe rumoreggiato ad ogni passo falso commesso dalla formazione indicata da tutti come la più forte del torneo. Questi ragazzi, oltre che a dover trovare la sinergia giusta in campo, che ancora non si è vista, dovranno avere il carattere e la spavalderia per gestire le attenzioni che avranno addosso per tutto l’arco della stagione, con i giornalisti sempre pronti a sottolineare ogni passo falso e a rimarcare le cifre spese dal club. Se i giocatori saranno in grado di questo, isolando i rumours esterni e facendo quadrato tra di loro, potranno ritenersi all'altezza di portare i colori che indossano, e con questi tornare nel calcio che conta. Un calcio che non pare essersi dimenticato del Parma.