La B chiama, il Parma risponda: tempo di ultimi rinforzi. Le fasce offensive hanno bisogno di un ritocco

27.07.2022 00:00 di Niccolò Pasta Twitter:    vedi letture
La B chiama, il Parma risponda: tempo di ultimi rinforzi. Le fasce offensive hanno bisogno di un ritocco
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Manca sempre meno all'inizio della prossima stagione, con la partita di Coppa Italia contro la Salernitana e soprattutto l'esordio in campionato di una settimana dopo, contro il Bari. Il Parma di mister Fabio Pecchia, nel frattempo, continua il suo lavoro e anche contro la Feralpisalò si sono visti alcuni passetti in avanti nella squadra "titolare" (o presunta tale), con un pressing ordinato e un'idea offensiva sempre più concreta. Ma nelle amichevoli è emersa anche una necessità: un investimento (se non due) sulle fasce offensive. In attesa del recupero di Dennis Man al 100%, mister Pecchia si sta godendo una buona crescita di Valentin Mihaila, che, partito in ritardo dopo le fatiche in Nazionale, sta piano piano diventando un'arma importante per il tecnico. Ma è chiaro che, dietro i due rumeni, in questo momento ci sia il vuoto o quasi. 

Daniele Iacoponi è ancora in fase di rientro dopo l'infortunio, Dario Sits non è un esterno, così come non lo è Adrian Benedyczak, provato in questa prima fase di ritiro. Hanno giocato in quei ruoli anche Ange-Yoan Bonny e Gennaro Tutino e i difensori Zagaritis e Coulibaly, più per necessità che per altri motivi. È palese come i prossimi interventi, dopo aver blindato il centrocampo e aggiustato la difesa, andranno concentrati proprio sulle fasce offensive, una delle chiavi del gioco di Pecchia. Ma per intervenire toccherà prima cedere, e di cessioni in casa Parma c'è bisogno. Tra i giocatori fuori progetto come Pezzella, come Grassi, Laurini e gli altri noti, c'è anche qualche cedibile tra i partiti per i due ritiri. I prossimi ingressi in casa Parma sono legati proprio a queste cessioni, dal momento che la rosa al momento vede tanti giocatori, alcuni dei quali partiranno in prestito. La Serie B non aspetta nessuno e in queste settimane stiamo vedendo come le avversarie si stiano rinforzando: da Lapadula a Cagliari, Coda a Genova e vari altri acquisti, la prossima B sta già scaldando i motori e il Parma non può permettersi di partire attardato.