D'Aversa riparte da Conti, ma è solo l'inizio. Zagaritis, Vazquez e tutti gli altri: a caccia di punte, tra grandi nomi e usato sicuro

19.01.2021 22:06 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
D'Aversa riparte da Conti, ma è solo l'inizio. Zagaritis, Vazquez e tutti gli altri: a caccia di punte, tra grandi nomi e usato sicuro
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Segnali di risveglio da parte del Parma dopo l'ultima uscita contro il Sassuolo, in cui la squadra di mister D'Aversa ha mostrato quella fame, quel carattere e quella compattezza che fino a qui ancora erano mancati. Merito di un cambio di atteggiamento in cui ha inciso l'arrivo dell'ex tecnico del Parma, che in questi anni aveva fondato i suoi successi proprio sullo spirito di squadra. Ma il Parma, per raggiungere il suo obiettivo, avrà bisogno anche di una mano dal mercato, che dovrà rimpolpare una rosa corta in certi reparti e soprattutto inesperta, come mostrato proprio nel finale della sfida contro il Sassuolo. E proprio in quest'ottica i primi movimenti sono già iniziati, quando manca poco più di una decina di giorni al termine della sessione. 

Il primo rinforzo sarà Andrea Conti, terzino del Milan, voluto fortemente da mister D'Aversa, che lo ha allenato a Lanciano: Conti, già cercato nelle ultime tre sessioni di mercato del Parma, potrà dare quell'esperienza (classe '94) giusta per far sì che i crociati possano attendere la crescita di Busi senza mettere troppa pressione al giovane belga, fin qui in difficoltà complice anche un lungo infortunio. Ma Conti non sarà l'unico colpo del reparto arretrato del Parma, che sempre nei prossimi giorni accoglierà il greco Vasilios Zagaritis, terzino classe 2001 del Panathinaikos che si unirà alla banda D'Aversa, inizialmente come alternativa. Interessante la trattativa fra i crociati e il club greco, che non voleva cedere il giovane terzino che però sarebbe partito gratis fra pochi mesi: il club di Atene non voleva cederlo al Parma, ancora scottato per l'affare Ninis di qualche anno fa, ma alla fine si è dovuto arrendere alla volontà del classe 2001. E con Zagaritis è atteso anche un centrale di difesa, se non addirittura due (e in quel caso non sarebbe utopia pensare ad un'uscita...): il nome di Mehdi Benatia era quello più caldo, ma le difficoltà del trasferimento (nonostante la volontà del marocchino) sono molte, troppe, tant'è che il suo approdo a Parma sarebbe ormai definitivamente sfumato. Occhio allora alle alternative, dal preferito Musacchio, a Fazio della Roma, con il giovane Todibo come occasione: i prossimi giorni saranno caldissimi. 

E li saranno soprattutto per quanto riguarda il reparto avanzato, che vedrà almeno un ingresso per ogni ruolo: Franco Vazquez è il giocatore più vicino all'arrivo, con un piccolo conguaglio economico che accontenterebbe le richieste del Siviglia, e un accordo con il ragazzo facile da trovare, nonostante il suo stipendio non sia così alla portata di tutti. Da capire, più che altro, il ruolo in cui potrebbe essere schierato l'italo-argentino, che in carriera ha fatto prevalentemente il trequartista. Ma il Parma cerca rinforzi anche sull'esterno, e soprattutto è alla caccia di una terza prima punta, da aggiungere a Inglese e Cornelius: l'idea è di prendere un giovane attaccante, magari in prestito con diritto, come potrebbe essere Scamacca, ma occhio "all'usato sicuro", un giocatore di categoria capace di interpretare al meglio tutti i ruoli dell'attacco, come Eder. Tanto da fare e sempre meno tempo, con un mercato strano e tutto da inventare: la salvezza del Parma passerà anche da questi tredici giorni.