Con il Verona un incidente di percorso. Svincolati, sicuri sia una soluzione?

31.10.2019 21:55 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Con il Verona un incidente di percorso. Svincolati, sicuri sia una soluzione?

Dopo il bel pareggio di San Siro contro l'Inter, il Parma è tornato a giocare tra le mura amiche ma è stato sorpreso dall'Hellas Verona. La squadra di Juric ha saputo sfruttare l'episodio, con un gol a inizio gara che ha condizionato il resto della partita e i crociati non sono riusciti a recuperare. Tante però le assenze della formazione di D'Aversa, che nonostante questo è stata fermata soprattutto dalla sfortuna. Ma ci sta, sono incidenti di percorso e, sebbene perdere scontri con concorrenti per la salvezza sia difficile da accettare, in certe condizioni può accadere. Sono sconfitte che d'altro canto possono anche far bene, nel senso che il Parma andrà a Firenze più arrabbiato e, se possibile, ancora più motivato e deciso a strappare un risultato positivo. Certo, c'è sempre l'emergenza attacco, ma il fatto che torni un uomo spogliatoio, una colonna come Bruno Alves può aiutare dal punto di vista psicologico. Vedremo, sicuramente non è un match da prendere sottogamba, ma è un Parma che se la può giocare.

Negli ultimi giorni abbiamo sentito alcune voci relative a una possibile pesca tra gli svincolati. Il nome fatto è soprattutto quello di Marcel Buchel, che conosce già D'Aversa, suo responsabile tecnico ai tempi del Lanciano. Di solito però quando si pensa agli svincolati si deve tenere d'occhio diversi fattori: il ritmo partita, il tempo di mettere in condizione il giocatore e la sua capacità di adattarsi. Inoltre, la sessione invernale di mercato non è poi così lontana e, se il Parma ha la coperta corta dal punto di vista numerico, dovrebbe guardare anche nel reparto difensivo, dove sono bastate un paio di indisponibilità a mettere in difficoltà i crociati. In ogni caso sono valutazioni che spetteranno a chi di dovere, per il resto l'unica cosa che possiamo augurarci è di rivedere presto i vari infortunati in campo.