Bernabè e Tutino, due post che sanno di futuro: il nuovo Parma ripartirà da loro

17.05.2022 00:00 di Vito Aulenti Twitter:    vedi letture
Bernabè e Tutino, due post che sanno di futuro: il nuovo Parma ripartirà da loro
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

A prescindere dall'allenatore che arriverà, il Parma 2022-2023 ripartirà dalla fame e dal talento cristallino di Adrian Bernabè, giocatore a cui sono bastati pochissimi mesi per entrare nel cuore dei tifosi crociati. La "conferma", seppur indiretta, è giunta nientepopodimeno che dallo stesso centrocampista spagnolo, il quale, attraverso un post su Instagram, ha dato appuntamento a tutti per l'anno prossimo, promettendo massimo impegno per riuscire stavolta a centrare l'obiettivo promozione ("È stata una stagione difficile ma molto bella a livello personale, grazie a tutti per avermi fatto stare così bene nel mio primo anno in Italia, gli obiettivi non sono stati raggiunti ma l'anno prossimo ci riproveremo con lo stesso entusiasmo e forza. Forza Parma"). Si tratta senza dubbio della scelta più saggia, sia per il ragazzo, che in Emilia avrà modo di giocare con continuità e di crescere ulteriormente, sia per la società crociata, che non può e non deve farsi sfuggire così presto l'unica scommessa realmente vinta dell'era Krause.

LEGGI ANCHEBernabé: "Stagione difficile, ma bella a livello personale. L'anno prossimo ci riproveremo"

Un secondo indizio social dal sapore di futuro è giunto nella tarda serata di sabato da Gennaro Tutino, altro pilastro da cui ripartire nel prossimo difficilissimo campionato. E' vero, quest'anno le prestazioni dell'ex Salernitana non sono state all'altezza delle attese, ma il suo valore non si può discutere, e la dimostrazione la si è avuta in parte sotto la gestione Iachini, col ragazzo che, al netto di qualche prova incolore, ha fatto intravedere di che pasta è fatto. Ricordiamo che l'estate scorsa il Parma ha fatto un sacrificio economico importante per accaparrarselo, dimostrando in maniera concreta di credere fermamente nelle sue potenzialità. Tutino rappresenta indubbiamente un patrimonio da preservare e recuperare, oltre che uno degli attaccanti che più sanno fare la differenza nel campionato di Serie B. Una seconda opportunità la merita eccome. 

LEGGI ANCHE: Tutino: "C'è tanta rabbia per come è andata, ma ora guardiamo avanti imparando dai momenti difficili"