Prossimi avversari: Cagliari, partenza lenta. Ma con un bel mercato alle spalle

05.09.2019 13:29 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Prossimi avversari: Cagliari, partenza lenta. Ma con un bel mercato alle spalle

Dopo le prime due giornate di campionato è arrivata già la prima sosta, complici le gare delle Nazionali di settembre. Una sosta che servirà alle squadre per raccogliere le idee, ricomporsi e perfezionare la forma fisica in vista della terza giornata. Al rientro in campo, il Parma sarà nuovamente protagonista tra le mura amiche e si ritroverà ad affrontare il Cagliari, squadra che ha vissuto una partenza ad handicap visto che si trova ancora a zero punti in classifica. Ma andiamo a vedere com'è la situazione in casa rossoblu.

L'ULTIMA GARA - Parlavamo della partenza difficile del Cagliari, ma c'è anche da dire che nell'ultima gara i sardi hanno affrontato l'Inter. I rossoblu ne sono usciti a testa alta, peraltro protestando per alcune decisioni arbitrali. Al di là delle cronache extra campo (e del tanto parlare della spinosa questione razzismo sugli ululati nei confronti di Lukaku), il Cagliari ha evidentemente messo in difficoltà l'Inter, riuscendo a giocare quasi all'altezza dei più blasonati avversari. La squadra di Maran alla fine ha perso per 2-1, ma può uscire a testa alta e guardare con fiducia ai prossimi match.

LA ROSA - Rispetto allo scorso campionato i sardi hanno cambiato abbastanza. E' partito Nicolò Barella, è vero, ma la squadra si è rinforzata grazie al ritorno in Sardegna del "ninja", Radja Nainggolan, senza dimenticare altri acquisti importanti come quelli di Marko Rog e Nahitan Nandez. Interessante anche Luca Pellegrini sulla fascia sinistra. Resta qualche dubbio dopo due infortuni pesanti che hanno funestato i rossoblu: ci riferiamo ad Alessio Cragno e soprattutto al centravanti Leonardo Pavoletti. Da vedere se i sostituti designati, Olsen e uno tra Cerri e Simeone, riusciranno a essere alla loro altezza.

COME GIOCA - Il Cagliari è una squadra duttile, che può adottare diverse soluzioni di gioco: dal 4-3-1-2 al 4-3-2-1, passando per il 3-5-2, a seconda dell'interpretazione della gara. Fondamentale il lavoro dei terzini-fluidificanti, chiamati a una grande intensità sulle fasce, mentre buona parte della verve offensiva passa dai piedi di Joao Pedro. Attenzione al dinamismo e agli inserimenti del già citato Nainggolan. Come tutte le squadre di Maran è una squadra quadrata e piuttosto aggressiva.