Napoli, Gattuso: "Osimhen valore aggiunto. Guardiamo gara dopo gara"

20.09.2020 14:46 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Napoli, Gattuso: "Osimhen valore aggiunto. Guardiamo gara dopo gara"
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha parlato così ai microfoni di DAZN dopo il match vinto contro il Parma: "Dobbiamo pensare rispetto ai principi di gioco. Osimhen è un valore aggiunto, ma dobbiamo migliorare sulle seconde palle, nel calcio bisogna correre. Sappiamo che Osimhen ha una marcia in più, ma in questo momento credo sia giusto giocare così: ma sapevamo che nell'ultima mezz'ora avrebbe potuto farci fare il salto di qualità. Giocare con Fabian Ruiz e Zielinski a centrocampo con quattro giocatori offensivi è tanta roba. Da giocatore vedevo le cose diversamente, ora la qualità mi piace".

Sei soddisfatto sulla concentrazione della squadra?
"Quando abbiamo visto la lavagnetta del recupero ci siamo un po' deconcentrati. Dobbiamo guardare anche questi piccoli particolari, non bisogna far riaprire partite chiuse. Bisogna lavorare su questi aspetti".

Cosa vorrebbe vedere in questo Napoli?
"Voglio vedere una squadra organizzata, con i principi chiari in testa, che si sa mettere a disposizione. Dobbiamo guardare gara dopo gara. Guardando la storia degli ultimi dieci anni del Napoli, dobbiamo tornare nei primi quattro posti. Dobbiamo lavorare, perché giochiamo in un calcio particolare in cui girano pochi soldi. Noi allenatori dobbiamo adeguarci e farcene una ragione".

Cosa ti ha colpito di Osimhen?
"E' un ragazzo che mi aveva colpito per la sua serietà. Non si dimentica da dove è partito e i sacrifici che ha fatto, ha perso in giovane età i genitori e si è costruito da solo. Ha la testa di un quarantenne e sa quello che vuole; spero che non commetta errori, ma in questo momento secondo me è più forte di quello che dimostra in campo".

Può rischiare di più vista la prestazione dei centrali di difesa di oggi?
"Già il fatto che la difesa a a quattro diventa a tre con uno dei due centrali che sale in costruzione è già tanto. Dobbiamo cambiare un po' di cose se vogliamo giocare a tutto campo: invidio a chi lo sa fare, non sono preparato abbastanza.

Fabian Ruiz sembra cresciuto molto, può diventare un po' come Goretzka del Bayern, un ex trequartista che si ricicla mezzala di sostanza e qualità?
"Per come si muove in fase di non possesso, è uno dei più forti. Deve migliorare un po' quando gioca a due, nel fatto di coprire il campo. Però può fare tutto. Sta lavorando tanto, deve ritrovare un po' di brillantezza visto che abbiamo lavorato tanto ed è stato anche in Nazionale".