Lazio, Inzaghi: "Parma squadra rivelazione: team fisico con un bravo allenatore"

08.02.2020 16:48 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, Inzaghi: "Parma squadra rivelazione: team fisico con un bravo allenatore"

L'allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha parlato poco fa in conferenza stampa, dove ha introdotto la gara con il Parma di domani. Di seguito, le parole pronunciate dal mister piacentino: "Dopo il pari con il Verona i ragazzi erano molto delusi, abbiamo fatto una grande partita ma c'era amarezza per non aver conquistato i tre punti. Abbiamo speso tanto, fisicamente e mentalmente".

Il borsino degli indisponibili?
"Non ci saranno Radu, Milinkovic, Bastos e Lulic, che oggi a malapena camminava. È un giocatore generosissimo, da oltre un mese si trascinava un problema alla caviglia. Ora deve fermarsi, speriamo non per tanto. Lo aspettiamo, è il nostro capitano. Non ci sono certezze che possa recuperare contro l'Inter, adesso ti direi di no ma anche in passato ha fatto cose importantissime per la Lazio. Ora ha bisogno di tempo per sistemare questa caviglia, che oggi sembrava tutto tranne che una caviglia".

I primi 4 posti vi stanno stretti?
"Dobbiamo continuare a fare il nostro percorso, analizzando la situazione giornalmente. Ogni partita del campionato rappresenta un'insidia. Il Parma è, insieme al Verona, la rivelazione del campionato. È una squadra fisica, con ottimi giocatori e un bravo allenatore. Dovremo fare una grande gara".

Come stanno Lazzari e Marusic?
"Lazzari sta facendo cose incredibili, oltre le aspettative. Marusic sta sempre meglio, per me è importantissimo e mi ha sempre dato tanto. Sono venti giorni che lavora al meglio, sto considerando di inserirlo domani ma devo ancora valutare. Domani mattina avremo ancora un piccolo allenamento ancora".

L'assenza di Radu potrebbe far slittare Acerbi a sinistra?
"Vediamo domani, posso anche lasciarlo al centro e mettere due tra Patric, Luiz Felipe e Vavro. Non guardo a quello che fa il Parma".

Quanti minuti hanno Cataldi e Correa?
"Lo capiremo meglio domani mattina, ma sicuramente non partiranno dall'inizio. Non possiamo permetterci di avere altri infortuni".

La classifica è sempre eccezionale:
"Stiamo facendo cose ottime, sensazionali. Dobbiamo continuare. In altri campionato saremmo al comando, ma qui ci sono Inter e Juve che stanno andando fortissimo. Domani dovremo fare un ultimo sforzo, è stata una settimana intensa e dispendiosa".

Parma può essere un'ulteriore tappa di maturazione?
"Sì, dobbiamo andare oltre questa situazione di emergenza. Dobbiamo sapere che sarà l'ultima partita di grandissimo sforzo, perché poi avremo soltanto un turno infrasettimanale ad aprile. Troveremo una squadra fisica con un ottimo allenatore che la gestisce al meglio".

Come sta Caicedo?
"Lui e Immobile hanno fatto un buon lavoro questa mattina, è normale che siano affaticati ma ho avuto buone sensazioni. Altrimenti abbiamo Adekanye, un'altra arma a disposizione".