*Rewind Parma 2016* - 17/04: Parma-Delta Rovigo 2-1, festa promozione per la Lega Pro

25.12.2016 15:36 di Nico D'Agostino   Vedi letture
© foto di Giovanni Padovani
*Rewind Parma 2016* - 17/04: Parma-Delta Rovigo 2-1, festa promozione per la Lega Pro

Gara aperta, sin dall'inizio, col Parma che punta forte sul gioco sulle corsie esterne, mentre il Delta si appoggia frequentemente alla sua stella Pera.  Il Tardini è una bolgia e arriva anche il gol: Musetti riceve al limite dell'area e serve una palla-gioiello per Guazzo, che nel giorno del suo compleanno non può davvero sbagliare davanti a Careri. La ripresa si apre però con l'amaro pareggio degli ospiti, che passano con Boilini, uno dei pochi calciatori che in questo campionato ha saputo sorprendere Zommers su azione. Il Parma colpisce due traverse, sembra una maledizione, ma Melandri si conquista con maestra un rigore nettissimo: dal dischetto Corapi è infallibile, è 2-1, il Parma resiste per i minuti rimanenti e se ne va in Lega Pro. 

CLASSIFICA
Parma 85, Altovicentino 74, Forlì 67, San Marino 64, Ribelle 60, Delta Rovigo, Correggese 57, Lentigione 55, Imolese 54, Legnago 47, Sammaurese, ArzignanoChiampo 46, Virtus Castelfranco 42, Ravenna 40, Romagna Centro 38, Mezzolara 33, Villafranca Veronese 29, Bellaria 25, Clodiense 24, Fortis Juventus 12.

Scala: "Non ci sono commenti da fare, avete visto quello che lo stadio ha proposto, credo che sia incredibile che una squadra a livello dilettantistico possa proporre questo spettacolo. Oggi abbiamo raccolto i frutti di una cavalcata straordinaria, godiamoci questa vittoria perché è la prima di un percorso che speriamo ci vedrà protagonisti anche l'anno prossimo.
Apolloni: "Questo è un coronamento per tutta Parma: la città ha sofferto e con dignità, orgoglio si è rialzata. I tifosi fanno parte anche della dirigenza e questo orgoglio lo hanno trasmesso anche a noi. Negli occhi dei ragazzi ho visto la disponibilità di mettersi a disposizione per l'obiettivo di squadra, davanti a quello personale".

Non è servita la vittoria dell'Altovicentino, non è bastata la fortuna del Delta Rovigo e neanche le traverse. Il Parma è stato ancora una volta più forte di tutti e di tutto, di sicuro è stata la squadra migliore del Girone D di Serie D, che ha vinto oggi matematicamente con tre giornate di anticipo. Un gol per tempo, intervellati dal gol di Bollini che stava per rovinarci la festa o quantomeno per rimandarla. Invece i crociati di Apolloni sono stati testardi e non si sono arresi mai: e ora sono in Lega Pro, la risalita è iniziata.