La prima e l’ultima formazione crociata del decennio

30.12.2019 18:15 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
La prima e l’ultima formazione crociata del decennio

Il decennio calcistico crociato si è chiuso con l’1-1 contro il Brescia e fra meno di dieci giorni si apriranno gli anni ’20, con il Parma impegnato a Bergamo contro l’Atalanta. Il decennio gialloblù, come vi stiamo raccontando da qualche giorno, si era aperto il 6 gennaio 2010 con la sconfitta casalinga contro la Juventus per 1-2. In panchina in quel Parma sedeva Francesco Guidolin, che aveva riportato in A il Parma dopo la retrocessione di un paio di stagioni prima. Il Parma si presentava con una difesa a tre composta da Zaccardo, Dellafiore e Panucci, davanti a Mirante. Sulle fasce, nel centrocampo a cinque, Marcello Castellini e Damiano Zenoni, con Dzemaili, Morrone e Galloppa. Davanti, Biabiany ad agire alle spalle di Nicola Amoruso. Subentrati in quella gara Valeri Bojinov e Alberto Paloschi. Con questi tredici uomini il Parma aprì un decennio che vide almeno tre vite: affermata in Serie A, il dramma fallimento e la rinascita degli ultimi anni.

Di quella formazione che aprì il decennio non è rimasto più nulla: sono solo tre i calciatori ancora in attività in Serie A (Mirante, Dzemaili e Paloschi), oltre a Biabiany, che dopo la scorsa stagione in A con il Parma è sceso in B al Trapani. Di seguito le due formazioni che hanno aperto e chiuso il decennio che si concluderà fra poco più di 24 ore:

2010 - Mirante; Zaccardo, Dellafiore, Panucci; Castellini (66’ Bojinov), Dzemaili , Morrone, Galloppa (81’ Paloschi s.v.), Zenoni; Amoruso, Biabiany.
A disposizione: Pavarini, Lunardini, Budel, Lanzafame, Antonelli.
All. Guidolin

2019 - Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman, Barillà; Kulusevski, Sprocati, Gervinho.
A disposizione: Colombi, Alastra, Dermaku, Laurini, Adorante.
All.: D’Aversa