Per i calciatori che rientrano dall'estero si allunga il periodo di quarantena

27.03.2020 21:42 di Michela Asti   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Per i calciatori che rientrano dall'estero si allunga il periodo di quarantena

Come riporta il Corriere dello Sport molti calciatori potrebbero essere costretti ad un altro periodo di quarantena, e non sarebbero subito disponibili per la possibile ripresa dell'attività. Juventus, Inter, Milan e Parma hanno permesso ad alcuni giocatori stranieri di fare rientro verso i paesi di origine, tra cui Ronaldo, Higuain, Khedira, Douglas Costa, Pjanic, Brozovic, Handanovic, Lukaku, Godin, Eriksen, Moses, Young, Ibrahimovic, Leao, Kulusevski, Kurtic e Gervinho. Questi ultimi nel momento del rientro in Italia sarebbero costretti ad altri 14 giorni di quarantena. In tutto questo inoltre, l'AIC vorrebbe  riprendere il lavoro solo nel momento in cui la sicurezza sarà totale quindi si riflette sulla possibilità di fare screening medici. Potrebbe servire una nuova idoneità sportiva, che allungherebbe ancora di più i tempi in caso di ripresa.