La nuova Serie A - Atalanta: senza Ilicic, ma con un Miranchuk in più

10.09.2020 14:00 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
La nuova Serie A - Atalanta: senza Ilicic, ma con un Miranchuk in più
TUTTOmercatoWEB.com

Ritorna la Serie A tra poco più di una settimana, con sorprese come lo Spezia e sorprese oramai affermate come l’Atalanta. Nello scorso campionato la Dea si è classificata al terzo posto dietro Juventus e Inter, guadagnando la qualificazione alla prossima Champions League. E nella scorsa edizione gli orobici hanno dato filo da torcere a tutti, dopo essere passata come seconda in un girone con Manchester City, Dinamo Zagabria e Shaktar Donetsk e aver sconfitto il Valencia agli ottavi, fino al ko ai quarti di finale contro il PSG, dove sogna per 85 minuti e subisce la rimonta francese firmata da Marquinhos e Choupo Moting.

Calendario - L'Atalanta affronterà il Parma nella 16 e quindi anche nella 35 giornata. La sfida con i bergamaschi non arriverà in un momento semplice per i gialloblù, difatti dopo la partita con i lombardi ci saranno Lazio, Sassuolo e Sampdoria a chiudere il campionato.

Mercato - L’Atalanta in questo mercato si è già data da fare, sia in entrata che in uscita. Infatti Czyborra è stato venduto per 5,5 milioni al nuovo Genoa di Faggiano, per Traorè e Colley in prestito al Parma manca solo l’ufficialità, Muratore e stato girato in prestito alla Reggiana, Tameze si è accasato in Costa Azzurra, a Nizza, e Castagne si trova in forze al Leicester City. Sul fronte acquisti è arrivato un gran colpo come Miranchuk dalla Lokomotiv Mosca, un nuovo difensore come Romero, ma anche Pasalic riscattato, o Reca, Radunovic e Pessina, non dimenticandosi di Muratore girato subito alla Reggiana. Insomma, anche se il mercato è iniziato da pochi giorni, l’Atalanta ha subito dimostrato di come non vuole fare il terzo incomodo a Juve e Inter.

Obiettivi - Sognar non costa nulla, infatti a Bergamo pensano a colpi importanti come Boga, Lazovic, Meret e Faraoni. Trattative secondarie sono Berisha dalla SPAL, Piccini dal Valencia e De La Vega dal Lanus. Insomma, tutti i presupposti per una grande squadra a Zingonia.

La squadra - La squadra la si conosce ormai abbastanza, ma gli elogi non sono mai troppi per la Dea. Infatti la rosa si basa su pilastri come Gollini, Gomez, Gosens e Zapata, senza dimenticare Toloi, Freuler Palomino e De Roon. Un misto tra giovani (Djimsiti, Caldara, lo stesso Gollini) ed esperienza (Gomez, Zapata e Toloi). Con i nuovi innesti di Miranchuk e Romero, ed il riscatto di Pasalic, si presenterà con una nuova faccia ma con sempre la stessa grinta e la stessa corsa che vuole Gasperini, ma soprattutto con l’incognita Ilicic.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, ROMERO (Djimsiti), Palomino (Caldara); Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic (Miranchuk), Gomez; Zapata (Muriel)