Focus - Federico Cherubini, la forza della gavetta: dal Foligno alla Juventus

06.08.2020 21:40 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Focus - Federico Cherubini, la forza della gavetta: dal Foligno alla Juventus

Dopo aver dato uno sguardo ai profili di Marcello Carli e Dario Baccin, è giunta l'ora di analizzare brevemente quello di Federico Cherubini, terzo nome indicato come possibile successore di Daniele Faggiano come prossimo direttore sportivo del Parma.

Classe 1971, Cherubini, a differenza degli altri due candidati, non vanta un grande passato da calciatore. Dopo aver giocato perlopiù tra i dilettanti, decise infatti di appendere gli scarpini al chiodo prematuramente. Per lui una lunga gavetta tra le serie inferiori, soprattutto come dirigente del Foligno, esperienza che gli è valsa le attenzioni di club di categorie superiori (Sampdoria, Perugia). Poi, nel 2012, la chiamata della big, la Juventus, a cambiargli la vita: nel club bianconero ha avuto modo sia di coordinare la nuova squadra Under 23, sia di assistere nel mercato Fabio Paratici. Dopo l'addio di Marotta è diventato a tutti gli effetti il vice ds juventino. Lo scorso anno era spuntata un'indiscrezione secondo la quale Marotta lo avrebbe assolutamente voluto all'Inter, al suo fianco: non se ne fece nulla. Eppure il profilo di Cherubini, sconosciuto ai più, risulta tra i maggiormente apprezzati nell'ambiente, tra gli addetti ai lavori.

Cherubini è un grande conoscitore di categorie inferiori, vista anche la gavetta cui è stato sottoposto. Le sue conoscenze potrebbero essere preziosissime, considerando anche la proficua esperienza con la Juventus. Puntare su di lui come direttore sportivo per il post-Faggiano sarebbe, comunque, una bella scommessa.