25/02/2007, il primo punto di Ranieri con il Parma. Da lì fu Rossi-show e le coincidenze col presente sono tante

25.02.2021 14:16 di Redazione ParmaLive.com   Vedi letture
25/02/2007, il primo punto di Ranieri con il Parma. Da lì fu Rossi-show e le coincidenze col presente sono tante
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

25 febbraio 2021, 25 febbraio 2007. Bisogna riavvolgere il nastro 14 anni indietro per ripescare l'ultima gara disputata dai crociati in data odierna e il caso vuole che, allora come oggi, la situazione non era delle migliori ("era delle peggiori" rende meglio l'idea...).

Il Parma, al termine di un girone d'andata disastroso concluso con il magro bottino di soli 12 punti, è da tutti dato per spacciato. E pensare che ad inizio campionato le ambizioni erano ben altre, considerando anche il fatto che in quella stagione i ducali si trovarono a disputare l'Europa League, grazie anche alle penalizzazioni relative all'anno precedente attribuite alle squadre coinvolte nel calcio scommesse (Juventus, Milan, Lazio, Fiorentina e Reggina) che consentirono al Parma di fare parecchi balzi in classifica, raggiungendo così la settima piazza della graduatoria, che consentiva allora l'accesso in EL previo superamento dei preliminari. Complice anche una situazione societaria instabile (Tommaso Ghirardi rileverà la società gialloblù soltanto nel gennaio 2007, fino a quel momento amministrata da Enrico Bondi) il Parma non riesce a trovare la propria dimensione, così che non appena insediato il nuovo proprietario di Carpenedolo decide di esonerare il tecnico Stefano Pioli, che fino a quel momento non era riuscito ad incidere in maniera positiva, chiamando a guidare quella che sarebbe stata una vera e propria impresa dei ducali, Claudio Ranieri, vecchia conoscenza del calcio italiano, ai tempi libero di negoziare offerte poichè senza panchina.

Sconfitto all'esordio in casa contro la Sampdoria, è proprio il 25 febbraio, nel 2007, che il Parma realizza il suo primo punto in trasferta ad Udine, allo stadio Friuli (oggi Dacia Arena), pareggiando con un pirotecnico 3-3 in rimonta. Le reti portano le firme di Francesco Parravicini (8'), Igor Budan (84') e del definitivo pari ad opera di un giovane di belle speranze, che già all'esordio con il Torino non ci mise molto a farsi conoscere, Giuseppe Rossi. Arrivato nel mercato di gennaio il talento italo-americano, in prestito dal Manchester United di Sir Alex Ferguson (che proprio al Parma lo strappò pochi anni prima dopo essersene innamorato vedendolo tra le file delle giovanili crociate) fu il vero artefice di quella che ancora ad oggi rimane una salvezza storica quanto insperata a metà cammino, arrivata poi all'ultima giornata grazie ai 3 punti conquistati contro l'Empoli al Tardini.

Oggi come allora non si naviga in ottime acque, ma c'è da sottolineare il fatto che le similitudini con quella stagione non mancano: i pochi punti raccolti nella prima metà, il cambio della guida tecnica e dirigenziale, l'arrivo di giovani promettenti. Forse non è così utopia continuare a crederci...