Tardini, da tallone d'Achille a punto di forza: ora il Parma si esalta davanti ai propri tifosi. Due gli obiettivi di mister Pecchia in vista del dopo sosta

15.11.2022 00:00 di Vito Aulenti Twitter:    vedi letture
Tardini, da tallone d'Achille a punto di forza: ora il Parma si esalta davanti ai propri tifosi. Due gli obiettivi di mister Pecchia in vista del dopo sosta
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

5 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta: è questo l'invidiabile ruolino di marcia tra le mura amiche del Parma, squadra che, davanti ai propri tifosi, sta rendendo oltre ogni più rosea aspettativa, tenendo fede alla "promessa sul cuore" fatta ai supporters gialloblù prima dell'inizio della stagione. Solamente la capolista Frosinone ha sin qui fatto meglio in casa rispetto alla formazione crociata, la quale, dall'inatteso ko interno con la Ternana in poi, ha ottenuto solo vittorie all'Ennio Tardini, punendo in serie Frosinone, Reggina, Como e Cittadella, avversarie sulla carta tutt'altro che morbide. Una netta inversione di tendenza, dunque, rispetto allo scorso campionato, quando i ducali riuscivano ad esprimersi al meglio soprattutto in trasferta, palesando invece più di qualche difficoltà nel proprio stadio. Gran parte del merito va a mister Pecchia, che ha riportato grande entusiasmo nell'ambiente e instillato la giusta mentalità nei propri ragazzi. Ma un grandissimo applauso va anche ai tifosi e, in particolare, alla Curva Nord, tornata a brillare e a farsi sentire come ai vecchi bei tempi.

A proposito della Nord: l'incontro col Cittadella è terminato con i meritati applausi alla squadra e con un desiderio/richiesta: "Vogliamo vincere il derby". Un derby, quello col Modena, che potremo vivere solamente tra due settimane, al termine di una sosta che servirà eccome all'allenatore crociato, il quale spera di recuperare tutta (o quasi) la rosa a propria disposizione in vista della gara coi canarini, nonché di riportare nella migliore condizione fisica possibile i vari Mihaila, Man e Bernabè, tornati abili e arruolabili solamente da qualche giorno. Altro obiettivo di Pecchia nell'immediato sarà quello di lavorare sulla fase offensiva e sulle difficoltà incontrate dal suo Parma lontano da casa: in particolare, l'ex tecnico della Cremonese dovrà studiare qualche nuova variante di gioco che possa rendere maggiormente efficace e più imprevedibile la sua squadra in partite bloccate come quelle di Bolzano e Palermo. Se dovesse riuscirsi, be', allora ci sarebbe davvero da divertirsi...