Questo Parma fa collezione di match-point falliti, è arrivato il quinto. Ora servirà il tie break

13.05.2019 22:12 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
Questo Parma fa collezione di match-point falliti, è arrivato il quinto. Ora servirà il tie break

Pur non essendo una squadra che ha mai brillato per personalità e sangue freddo, basti pensare al crollo contro il Cesena del finale di stagione scorsa, i match-point falliti dal Parma in questa, dopo la promozione in Serie A, sono davvero troppi. Tutto è iniziato nella sfida interna contro la SPAL del 27 gennaio scorso, quando il doppio vantaggio sugli estensi fu non solo vanificato ma trasformato in una sconfitta. Un ko che apri la crisi del girone di ritorno per i crociati, che in 17 giornate hanno vinto una sola volta, 1-0 contro il Genoa.

Il secondo match-point fallito è stato sicuramente quello di Cagliari, quando la doppietta di Pavoletti annullo il vantaggio iniziale di Kucka, mettendo ancora una volta a nudo i difetti difensivi della squadra di D'Aversa in quel periodo. Terzo e quarto match-point falliti sono molto più recenti: l'1-1 contro il Chievo già matematicamente retrocesso in Serie B due settimane fa e il pareggio 3-3 contro la Sampdoria (dopo vantaggio 1-0 firmato Gazzola) nella sfida contro i "gemellati". E stasera quello più clamoroso: vincere il Parma sarebbe stato matematicamente salvo, mettendo tra sé e l'Empoli ben sei punti di distacco a due gare dalla fine. L'epilogo è noto e ora alla squadra di D'Aversa servirà il tie break per arrivare all'obiettivo: servirà vincere, in casa, contro la Fiorentina di Montella, per certificare un risultato che sembrava acquisito mesi fa, prima che tutto si complicasse maledettamente