Superman Returns

14.06.2021 23:30 di Simone Lorini Twitter:    vedi letture
Superman Returns

La notizia del weekend è indubbiamente una e una soltanto, con buona pace della Primavera che ha mancato l'opportunità di salire nel massimo campionato giovanile con la sconfitta interna contro il Napoli. Un gran peccato, soprattutto una occasione giocata malissimo nell'ambito della riforma dei campionati Primavera che avrebbe consentito una facile promozione alla squadra. Ma d'altronde la stagione 2020/21, veramente una delle peggiori che posso mai ricordare nella mia seppur breve carriera a seguito del Parma, non poteva che concludersi con una delusione. Aspettiamo questi 15 giorni e proiettiamoci già verso l'annata 21/22, di certo la società lo ha già fatto. Mentre i crociatini si giocavano la semifinale sabato probabilmente Krause e Ribalta tessevano la tela, almeno per quanto riguarda gli ultimi ritocchi, per convincere Gigi Buffon a consumare un incredibile ritorno a casa. 

E qui si entra nell'ambito delle opinioni: un tifoso su tre non è contento di ritrovare Buffon in gialloblù, evidentemente legato a ricordi non positivi o convinto che il progetto giovani del nuovo Parma non possa partire da un 43enne. Ed è qui l'errore, ovviamente a parer mio: considerare il tesseramento di Buffon alla stregua di un acquisto qualsiasi è sbagliato sotto diversi aspetto. Rivedere Buffon la maglia gialloblù prescinde da discorsi tecnici, progettuali o tattici (non è esattamente un portiere regista, di quelli che piacciono a Guardiola e presumibilmente anche a Maresca, ndr): nel discorso infatti contano soprattutto aspetti sentimentali, di entusiasmo, di voglia di rilanciare una squadra che nell'ultimo anno ha dato davvero troppi troppi dolori ai suoi tifosi. E qui entra in scena la tipica teatralità americana di Kyle Krause, uno statunitense non certo tipico che nel caso specifico però si conferma un nordamericano classico: l'approdo al Parma, in Serie B, dopo una stagione del genere, di uno dei calciatori più noti sul pianeta, chiarirebbe subito le intenzioni del club per il prossimo campionato, convincendo magari anche qualche giovane dubbioso (Man e Mihaila?) a continuare a vestire la maglia ducale e puntare tutto sull'immediata risalita in Serie A.