Curiosità per la prima uscita ufficiale, dopo un mese di solo cose buone: questo Parma è quasi completo, ma in attacco serve di più

03.08.2022 00:00 di Niccolò Pasta Twitter:    vedi letture
Curiosità per la prima uscita ufficiale, dopo un mese di solo cose buone: questo Parma è quasi completo, ma in attacco serve di più
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

C'è tanta curiosità per la partita di domenica contro la Salernitana. Dopo due anni tremendi il Parma di Fabio Pecchia ha fatto vedere cose interessanti nel mesetto di pre campionato, con un buon gioco, un pressing alto e ordinato e tanta voglia di riscatto in alcuni dei protagonisti attesi nella scorsa stagione. È vero che il calcio estivo vale quel che vale, ma chi ben comincia è a metà dell'opera si suol dire, e i primi risultati del nuovo Parma 3.0 sembrano quantomeno confortanti, nonostante sia chiaro che la rosa sia tutt'altro che al completo, soprattutto in attacco. 

Se difesa e centrocampo possono considerarsi al completo (qualche dubbio sul ruolo di terzino sinistro ci sono, ma in società credono ciecamente in Oosterwolde, così come mister Pecchia ha dimostrato di puntarci e non poco), l'attacco è ancora un cantiere aperto, soprattutto per quanto riguarda le fasce. Dietro Man e Mihaila c'è il vuoto, o quasi. Daniele Iacoponi è un giovane di buone qualità, così come lo è Dario Sits, che peraltro sarebbe un 9 adattato, ma nessuno dei due sembra poter dare risposte sicure in un campionato complesso come quello di Serie B di quest'anno, motivo per cui degli ingressi sulle corsie laterali sono più che necessari. Il ruolo di Gennaro Tutino non è ancora ben definito, seppure l'ex Salernitana possa giocare sia come 9 che sulla fascia sinistra, ma qualcosa di più è necessario. Come è consigliabile l'inserimento di un nuovo attaccante centrale, nonostante l'abbondanza nel ruolo. Adrian Benedyczak può solo che migliorare dopo un buonissimo primo anno e lo stesso Roberto Inglese, che è partito bene in questa prima parte, prima di fermarsi per Covid, ha tanta voglia di riscatto. Ma i due possono bastare? Difficile, specie se si considerano i reparti offensivi delle altre candidate a salire in Serie A: profondità di reparto e tanti gol garantiti, cosa che al momento l'attacco del Parma non può ancora garantire.