Altro tiro deviato che rotola in porta: perdere così... a Torino... no! E il ko di Inglese come ciliegina della sfiga: si torna sul mercato

20.01.2020 23:11 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Altro tiro deviato che rotola in porta: perdere così... a Torino... no! E il ko di Inglese come ciliegina della sfiga: si torna sul mercato

Vedere la SPAL trionfare a Bergamo aumenta il rimpianto per quello che poteva essere e invece di certo non è stato: tre sconfitte nelle ultime quattro gare, contro Atalanta, Roma e Juventus, tre ko che ci fanno gridare di rabbia perché non pienamente meritate, specie l'ultima. Perché i difensori estensi hanno murato tutte le conclusioni dell'Atalanta nell'ultima mezz'ora e a Torino il primo vero tiro di Ronaldo è rimbalzato sulla schiena di Darmian per insaccarsi imparabilmente alle spalla di Sepe? Maledizione, perdere a Torino contro una Juve assolutamente dimenticabile fa davvero male, anche se il Parma non è stato certo nella sua migliore versione, né contro la Roma, né a Bergamo. Ricominciare subito a fare punti, questo deve essere il mantra della squadra di D'Aversa. 

Il grave infortunio a Inglese, che forse farebbe bene a prendere le cose con calma e pensare solo a rimettersi al 100% prima di rientrare in campo, magari rimandandolo alla prossima stagione, costringe poi la società a tornare sul mercato obbligatoriamente: D'Aversa aveva dichiarato di non essere al 100% contento della rosa, per questioni numeriche più che altro, ora dovrà insistere per avere anche un attaccante centrale: la società ha bussato, come spesso accade, in casa Inter, chiedendo Esposito. A prescindere dalla risposta dei nerazzurri, sarà un affare di questo tipo: una punta in prestito semestrale che possa dare respiro a Cornelius, titolare designato, in attesa di ritrovare Inglese, che era e rimane l'investimento più oneroso della storia del Parma Calcio 1913.