Thuram: "Ho giocato in Italia e ho vissuto il problema del razzismo"

17.04.2021 16:32 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
Thuram: "Ho giocato in Italia e ho vissuto il problema del razzismo"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

In una intervista concessa a Sky, l'ex difensore gialloblù Lilian Thuram è tornato a parlare del problema razzismo nel calcio: "Quando ero bambino, stavo guardando una partita di calcio in Francia e mi ricordo un episodio di razzismo contro un portiere. io ho giocato lì, in Italia e in Spagna e ho avuto questi problemi. Ci sono ancora oggi e questo vuol dire che non è importante per il calcio risolvere questa grana. Alla fine credo che lottare contro il razzismo non sia la cosa più importante per questo mondo. La cosa più importante è far passare un'immagine positiva, per fare soldi. La rispusta del presidente della Liga può sembrare strana ma non lo è. Il giocatore del Cadice, dopo la gara contro il Valencia, ha affermato di non aver detto nulla. Dalle immagini non si capisce e questo è strano. Alla fine il presidente ha detto la stessa cosa del giocatore, poteva dire un'altra cosa, mettendo almeno il dubbio che fosse successo. È sempre la stessa cosa ed è sempre colpa della vittima, sempre. Se non si esce dal campo quando ci sono questi episodi si educa la gente al fatto che se anche ci fosse un insulto razzista non succede niente".