Cagliari-Parma 4-3, harakiri gialloblù e addio salvezza per Kucka e compagni

17.04.2021 22:45 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
Cagliari-Parma 4-3, harakiri gialloblù e addio salvezza per Kucka e compagni
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il Parma perde anche l'ultimo treno per la salvezza e si avvia inesorabilmente verso la retrocessione. Ancora una volta, i crociati si fanno rimontare in maniera ingenua, permettendo così al Cagliari di ottenere tre punti d'oro in chiave salvezza.

E' la partita della vita per entrambe le squadre, ma il Parma sembra interpretarla con maggiore "spensieratezza" rispetto ai padroni di casa, che invece sembrano schiacciati dal peso di dover conquistare l'intera posta in palio a tutti i costi. I ducali approfittano dell'approccio timoroso della formazione di Semplici, e al 5' sbloccano il risultato grazie a Pezzella, il quale trova la sua prima rete in Serie A con un mancino da fuori area sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Cagliari prova a reagire, ma prima si vede negare un calcio di rigore (Valeri va al VAR e sovverte la decisione iniziale del suo assistente) e poi subisce il secondo gol, stavolta per mano di Kucka, lesto nell'infilare Vicario su una perfetta sponda di testa di Cornelius. La squadra sarda non ci sta e accelera sensibilmente nel finale di tempo, trovando la rete della speranza con Pavoletti, bravo a staccare tra Bani e Pezzella, e a infilare Sepe (non perfetto nella circostanza) con una precisa incornata su cross di Nandez.

Galvanizzato dal gol del 2-1, il Cagliari rientra in campo con grande carica agonistica, sfiorando il pari già al 51' con Marin, ma è il Parma a metterci più cattiveria e a servire il tris con un gioiello di Man, il quale si mette in proprio e trafigge Vicario con un beffardo radente. Partita finita? Assolutamente no, perché i padroni di casa continuano a crederci, senza farsi prendere dallo sconforto: è Marin, al minuto 66, ad accorciare le distanze, permettendo ai suoi di rimettersi ancora una volta in carreggiata. La partita non ammette pause e regala emozioni a non finire: Joao Pedro e Pavoletti si divorano il gol da ottima posizione, Kurtic pure. Il neo entrato Pereiro, invece, è lucido abbastanza da trovare il jolly da fuori, con un tiro a giro che s'insacca alle spalle di Sepe. Doveva essere la serata del Parma, e invece il finale la trasforma in un vero e proprio incubo per gli emiliani, che al 94' si vedono addirittura superati: beffa delle beffe, è proprio l'ex di lusso Cerri a condannare i gialloblù, con un colpo di testa su cui nulla può l'estremo difensore ospite. Alla Sardegna Arena finisce 4-3 in favore della compagine rossoblù.