Corriere dello Sport: "La Juve taglia 90 milioni!"

29.03.2020 08:43 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
Corriere dello Sport: "La Juve taglia 90 milioni!"

E' la notizia del giorno: la Juventus ieri pomeriggio ha reso noto, tramite un comunicato ufficiale, di aver trovato un accordo con Sarri e i suoi calciatori per una riduzione dell'ingaggio per quanto riguarda i prossimi 4 mesi. E il Corriere dello Sport in prima pagina apre proprio così: "La Juve taglia 90 milioni!". E' questa, infatti, la cifra che risparmierebbero i bianconera. L'intesa prevede la ricontrattazione nel caso in cui si riprenda a giocare e il recupero di 2,5 mensilità il prossimo anno.

Intervista a Casasco. In taglio alto sul Corriere dello Sport di oggi troviamo un'intervista a Maurizio Casasco, presidente FMSI (Federazione Medico Sportiva Italiana), che racconta come la ripresa in Italia, sia per il calcio che per il Paese in generale, debba essere graduale e contemporanea tra i due mondi. "Calcio e Paese, si riparte insieme", scrive il quotidiano romano. "Niente fughe in avanti. Prima di ricominciare test per gli atleti contagiati sui polmoni e capacità funzionale, la loro salute conta più dell'economia", si legge ancora.

L'iniziativa di Arek. "Milik cucina per gli ospedali". In taglio basso c'è spazio anche per questa bella iniziativa del centravanti del Napoli. Il suo ristorante a sarà messo a disposizione di medici polacchi, si legge in prima pagina sull'edizione odierna del Corriere dello Sport. Bellissimo gesto da parte dell'attaccante polacco per la sua gente in questi giorni difficili di emergenza Coronavirus.

Parla Balbo. "Italia, sei un esempio". In prima pagina sul Corriere dello Sport c'è spazio anche per un'intervista ad Abel Balbo, ex calciatore della Roma, che dal Brasile apre il cuore, tra virus e i suoi ricordi legati ai giallorossi: "Sulla lotta al Covid-19 ha dato una lezione a tutti, ho paura per mio figlio ma la fede mi aiuta: il Papa ha fatto un discorso straordinario", le parole di Balbo riportare di spalla.