D'Aversa a Sky: "Con la giusta intensità, potremo toglierci delle soddisfazioni"

24.08.2019 21:15 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
D'Aversa a Sky: "Con la giusta intensità, potremo toglierci delle soddisfazioni"

Il tecnico del Parma Roberto D'Aversa è stato intervistato da Sky al termine dell'esordio stagionale in Serie A, evidenziando la poca soddisfazione per il risultato: "Sicuramente il rammarico per il risultato ci deve essere da parte di tutti, non posso rimproverare nulla per quanto riguarda la prestazione. Credo che nel secondo tempo, per quello che si è fatto, avremmo meritato sicuramente il pareggio. Questo non è accaduto, quindi soddisfatti per la prestazione, ma rammaricati per il risultato".

Nel secondo tempo avete aggredito subito la Juve nella sua metà campo, era stata prepara così la gara?
"No. Si era preparata la partita in modo tale che ogni volta che si aveva la possibilità di andare in pressione alta, di andare, partendo sempre da una situazione compatta. Nel secondo tempo ci siamo ritrovati sotto. Il rammarico è per aver preso gol in quel modo, però nella preparazione della partita i ragazzi sono stati bravi a interpretarla nel miglior modo. Il rammarico è solo per il risultato, ma sotto l'aspetto del gioco, della prestazione, delle difficoltà che si è creata ad una squadra forte, non posso rimproverare nulla. E' mancata un po' di lucidità nel secondo tempo, sulle ripartenze, su alcune scelte, si poteva fare meglio, ma ci lavoreremo".

Quali possono essere quest'anno le difficoltà?
"Il secondo anno è quello più difficile, quindi dobbiamo essere bravi a giocare con la stessa intensità, aggressività e compattezza dell'anno scorso, perché il nostro obiettivo è sempre quello della salvezza. Nel nostro DNA interpretiamo le partite come oggi, ma non deve accadere solo con squadre come la Juve, ma deve succedere in tutte le partite del campionato. Così penso che potremmo toglierci delle soddisfazioni. Quello deve essere il punto di partenza, poi i giocatori di qualità che sono arrivati sicuramente aumenteranno il gap tecnico che non avevamo l'anno scorso. Però è fondamentale interpretare le partite come abbiamo fatto oggi, non solo con la juve che è la squadra Campione d'Italia ma anche nel resto del campionato".