La nuova Serie A, Inter: mercato super. Con la ciliegina è già da Scudetto

ParmaLive.com fa il punto sulle diciannove avversarie del Parma nella nuova Serie A 18/19
09.08.2018 20:00 di Redazione ParmaLive Twitter:   articolo letto 1078 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
La nuova Serie A, Inter: mercato super. Con la ciliegina è già da Scudetto

Tra meno di due settimane circa inizia il nuovo campionato di Serie A 2018/19, una competizione che dopo tre anni di purgatorio vede nuovamente la presenze del Parma. Un campionato che è profondamente cambiato, ma che non ha mantenuto costanti certi valori, che i crociati dovranno provare a sovvertire sin da subito. Andiamo oggi a conoscere la nuova Inter, affidata ancora alle cure di Luciano Spalletti: dopo aver ritrovato il posto in Champions League, i nerazzurri hanno condotto un mercato davvero di alto livello, tessendo a parametro zero giocatori di carisma ed esperienza, puntando sulla solita scommessa dal Sud America e impreziosendo la rosa con arrivi dall'alto tasso di qualità e carattere, come il pupillo del tecnico Nainggolan. 

Il mercato nerazzurro è stato attento e allo stesso tempo ambizioso, ma soprattutto sembra essere lontano dalla sua fine: con l'arrivo imminente di Keita e il sogno Modric sempre vivo, l'altro club cinese di massima serie sogna di tornare competitivo ad altissimi livelli in Italia e non solo. Per la difesa sono arrivati giocatori del livello di Sime Vrsaljiko, Kwadwo Asamoah e Stefan De Vrij, a centrocampo Spalletti esulta per l'approdo di Radja Nainggolan e in attacco la grande scommessa si chiama Lautaro Martinez. Senza dimenticare quel Matteo Politano in grado di aumentare le possibilità di scelta in attacco.

ACQUISTI:
Sime Vrsaljko (D) (Atlético Madrid)
Matteo Politano (A) (Sassuolo)
Federico Dimarco (D) (Sion)
Radja Nainggolan (C) (Roma)
Kwadwo Asamoah (C) (Juventus)
Stefan De Vrij (D) (Lazio)
Lautaro Martínez (A) (Racing Avellaneda) 

CESSIONI:
Mattia Bonetto (Reggina)
Mel Taufer (Arzachena)
Manuel Lombardoni (Pro Patria)
Andrea Cagnano (Pistoiese)
Rivas (C) (Ternana)
Lorenzo Tassi (C) (Arezzo)
Davide Costa (P) (Rieti)
Axel Bakayoko (C) (St. Gallen)
Éder (A) (Jiangsu Suning)
Marco Pissardo (P) (Monopoli)
Zé Turbo(A) (Newell's Old Boys)
Andrea Palazzi (C) (Pescara)
Samuele Longo (A) (Huesca)
Michele Di Gregorio (P) (Avellino)
Federico Valietti (D) (Genoa)
Rey Manaj (A) (Albacete)
Marco Carraro (C) (Atalanta)
Yuto Nagatomo (D) (Galatasaray)
Jens Odgaard (A) (Sassuolo)
Ionuț Radu (P) (Genoa)
Davide Bettella (D) (Atalanta)
Nicolò Zaniolo (C) (Roma)
Davide Santon (D) (Roma)
Geoffrey Kondogbia (C) (Valencia)
Francesco Bardi (P) (Frosinone) 

Nell'undici ideale trovano sicuramente posto l'ex Atletico Madrid e il Ninja belga: De Vrij si giocherà il posto coi titolari Miranda e Skriniar, mentre a Brozovic verrà affidata ancora la costruzione dell'azione. Perisic e Politano, completeranno il trio dietro Icardi. Da studiare invece l'inserimento in squadra di Lautaro Martinez: Spalletti ha fatto capire che il passaggio al 3-5-2 non è assolutamente da scartare.