La nuova Serie A, Bologna: con Inzaghi spazio alla difesa a tre. Scommessa Falcinelli

ParmaLive.com fa il punto sulle diciannove avversarie del Parma nella nuova Serie A 18/19
05.08.2018 21:00 di Redazione ParmaLive Twitter:   articolo letto 540 volte
La nuova Serie A, Bologna: con Inzaghi spazio alla difesa a tre. Scommessa Falcinelli

Tra due settimane circa inizia il nuovo campionato di Serie A 2018/19, una competizione che dopo tre anni di purgatorio vede nuovamente la presenze del Parma. Un campionato che è profondamente cambiato, ma che ha mantenuto costanti certi valori, che i crociati dovranno provare a sovvertire sin da subito. Andiamo oggi a conoscere il nuovo Bologna di Filippo Inzaghi, una delle novità tra le panchine della nuova stagione dopo l'allontanamento di Donadoni: le velleità dei rossoblù, a giudicare dal mercato almeno, non sembrano però cambiare. L'obiettivo rimarrà la salvezza nel più breve tempo possibile, provando a lanciare qualche giovane e mettere a frutto gli acquisti fatti sul mercato, alcuni quasi avvolti da un alone di mistero. Di certo il tecnico si attende almeno un altro difensore, per completare un reparto che al momento appare a corto di alternative. 

Il mercato del Bologna, come detto, è iniziato partendo proprio da un "cambio di manico": via Donadoni, dentro Filippo Inzaghi, che torna in Serie A dopo due stagioni di ottimi risultati col Venezia. A seguire la rivoluzione sulle fasce, con Federico Mattiello e Mitchell Dijks a prendere il posto di Masina e Torosidis, entrambi ceduti all'estero. L'addio più pesante è sicuramente quello di Simone Verdi, arrivato al Napoli con sei mesi di ritardo, mentre l'addio di Mirante è stato compensato dall'investimento su Lukasz Skorupski. In attacco scambio interessante tra Diego Falcinelli e Federico Di Francesco, col primo a vestirsi di rossoblù e il secondo andato al Sassuolo. 

ACQUISTI
Federico Mattiello (C) (Atalanta) 
Mattias Svanberg (C) (Malmö) 
Diego Falcinelli (A) (Sassuolo) 
Lukasz Skorupski (P) (Roma) 
Federico Santander (A) (Copenaghen) 
Arturo Calabresi (D) (Roma) 
Mitchell Dijks (D) (Ajax) 

CESSIONI
Andrea Vassallo (A) (Catania) 
Federico Ravaglia (P) (Sudtirol) 
Lorenzo Crisetig (C) (Frosinone) 
Giordano Trovade (C) (Ravenna) 
Deian Boldor (D) (Hellas Verona) 
Mouhamadou Sarr (P) (Carrarese) 
Federico Di Francesco (A) (Sassuolo) 
Filippo Falco (A) (Lecce) 
Adam Masina (D) (Watford) 
Marios Oikonomou (D) (AEK) 
Antonio Mirante (P) (Roma) 
Gianluca Frabotta (D) (Renate) 
Alex Ferrari (D) (Sampdoria) 
Simone Verdi (A) (Napoli) 
Vasilis Torosidis (D) (Olympiakos) 

Come detto, con l'arrivo di Inzaghi in panchina addio alla storica e fedele difesa a quattro donadoniana e spazio al 3-5-2 che tanto bene ha portato al tecnico nella sua avventura al Venezia. Fasce del tutto rinnovate, con Dijks e Mattiello titolari. Davanti potrebbe esserci Falcinelli, e non Destro, mentre in difesa cresce la curiosità per l'esperimento Mbaye centrale, una opzioni che in molti hanno definito un azzardo. In porta il titolare sarà senza dubbio Skorupski.