Esposito, Matri, Pinamonti e molti altri: aperti i casting per l’attacco

24.01.2020 17:50 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Esposito, Matri, Pinamonti e molti altri: aperti i casting per l’attacco

L’infortunio di Roberto Inglese ha sicuramente cambiato i piani di mercato del Parma, che probabilmente dopo l’arrivo di Kurtic avrebbe acquistato nuovi giocatori solo in caso di offerte convenienti, e soprattutto senza fretta. L’infortunio del numero 9 crociato però ha ridisegnato i piani in casa Parma, con il direttore Faggiano alla ricerca di un vice Cornelius, in grado di non far rimpiangere l’assenza del bomber di Lucera. Ad inizio settimana tutti gli indizi portavano a Sebastiano Esposito, con un summit del direttore, insieme al presidente Pizzarotti e al braccio destro De Vito in sede Inter, con i nerazzurri però non intenzionati a privarsi del talentino classe 2002, almeno per il momento. Sempre in quella sede si parlò di Andrea Pinamonti, attaccante ai margini del Genoa ma complicato da portare a casa. Il Genoa infatti dovrà versare nelle casse dell’Inter 18 milioni per riscattare l’attaccante ed è improbabile che lo faccia ora per poi cedere in prestito il ragazzo.

Si è pensato poi a giocatori low cost e che il campionato italiano lo conoscono bene: via dunque al sempreverde Alessandro Matri, accostato al Parma in ogni sessione dai tempi della Serie C, e al “nome nuovo” Alberto Paloschi, ai margini della SPAL e che a Parma è già stato. Entrambi però non danno le giuste garanzie, anche se per motivazioni diverse. Si è parlato anche di Alfredo Donnarumma, attaccante del Brescia che ha deluso quest’anno. Dopo anni a suon di gol in Serie B, Donnarumma non è riuscito ad imporsi anche in A, e, complice il buon rapporto fra il suo procuratore Mario Giuffredi e il Parma, potrebbe essere più di un’idea: prima però il Brescia dovrebbe rimpiazzarlo con un altro profilo. Irrealizzabile invece l’ipotesi Fernando Llorente, rimbalzata in rete qualche giorno fa ma destinata a rimanere una boutade, così come quella Moise Kean, smentita direttamente dal direttore Faggiano. Interessante l’idea Tony Sanabria del Genoa, un giocatore che non ha fatto male a Genova ma che non ha nemmeno incantato: a pallone sa giocare (scuola Barcellona) ma non ha un grande istinto del gol (4 in 24 presenze a Genova), ma come vice Cornelius potrebbe essere una buona idea. Improbabile invece vedere Filippo Falco a Parma, altro giocatore accostato: il Parma è alla ricerca di una prima punta e Falco non rispecchia le caratteristiche. Tramontata anche l’idea Gianluca Caprari, che con la Samp sta trovando più continuità e che faticherebbe a ricoprire il ruolo di prima punta. Inoltre, le assurde richieste della Sampdoria (più di dodici milioni) difficilmente avrebbero potuto portare a un lieto fine.

Tanti nomi per un unico ruolo, alla fine del mercato mancano sette giorni: chi vincerà il casting per il nuovo attaccante del Parma?