L'ennesimo suicidio perfetto di una stagione maledetta. La fortuna non ci aiuta, i cambi nemmeno...

27.02.2021 21:08 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
L'ennesimo suicidio perfetto di una stagione maledetta. La fortuna non ci aiuta, i cambi nemmeno...
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Ed eccoci ancora qui, a commentare l'ennesima occasione persa di una stagione maledetta, disastrosa, sciagurata (scegliete voi l'aggettivo che preferite). Una stagione che non sarebbe cambiata radicalmente con una vittoria a La Spezia, ma che si sarebbe in qualche modo riaperta, spazzando via, almeno per un po', quelle paure che anche oggi hanno portato i crociati a subire una rocambolesca rimonta. 

Tanto belli nei primi 45', quanto ingenui e timorosi nella ripresa: i ducali hanno confezionato un altro suicidio perfetto, illudendo e illudendosi per un tempo, per poi crollare alla prima mezza difficoltà, come ormai consuetudine. Premesso che la fortuna non sta aiutando affatto il Parma (l'infortunio di Cornelius durante il riscaldamento fotografa appieno l'annata dei gialloblù), bisogna dire che anche i cambi di D'Aversa, oggi, non hanno dato una grossa mano ai ragazzi. Per onestà intellettuale, va sottolineato come le alternative nel reparto offensivo fossero davvero ridotte al minimo, ma non può passare inosservato il fatto che ad un certo punto del match il Parma avesse 6 difensori di ruolo in campo: un po' troppi, probabilmente, per una squadra che doveva assolutamente vincere. La notizia negativa è che ora c'è una gara in meno per provare a colmare il divario dalla quartultima; quella positiva, invece, è che adesso la paura non ha più motivo di esistere. Già, perché arrivati a questo punto, gli emiliani non hanno più davvero nulla da perdere...