D'Aversa battezza il Parma anti-Juve. Le tante incertezze bianconere non illudano, ma una occasione così potrebbe non tornare

19.08.2019 18:34 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
D'Aversa battezza il Parma anti-Juve. Le tante incertezze bianconere non illudano, ma una occasione così potrebbe non tornare

Il buon momento, stante una preparazione che non rende le gambe ancora veloci come D'Aversa vorrebbe, del Parma e le tante incertezze di una Juve che ha cambiato tanto, in particolare il manico, e che cambierà ancora parecchio, rendono la prima gara del campionato 2019/20 più incerta che mai. Ed è già una notizia vista la disparità di forze in campo, per non parlare degli investimenti: approfittare di questo momento di poca chiarezza tattica e tecnica sarà dunque la prima missione dei crociati sabato sera, quando al Tardini scenderanno in campo i Campioni d'Italia. Inutile anche dirlo: Cristiano Ronaldo ci sarà e non certo nella versione opaca e goffa della scorsa stagione, quando probabilmente disputò la peggior partita della sua esperienza italiana. Ad Alves l'arduo compito di mettere la museruola all'amico/connazionale. 

Ma parliamo anche di Parma-Venezia: la vittoria ci permette di allungare almeno fino a dicembre la nostra avventura in Coppa Italia ed è già un progresso notevole viste le ultime fallimentari avventure. L'avversario era poca cosa, con tutto il rispetto, ma qualche indicazione positiva per il tecnico è arrivata: Gervinho è già in forma campionato e sfruttare al massimo la sua verve deve essere un altro obiettivo prioritario sabato, mentre Inglese corre e lotta come un leone, ma davanti alla porta difetta terribilmente in efficacia. Annotata anche la crescita di Hernani, che certamente ha beneficiato della presenza del più difensivo Barillà, che dovrebbe partire titolare anche nell'anticipo di sabato: col recupero di Kucka che appare utopico, D'Aversa sembra aver già "battezzato" l'undici anti-Juve.