Balo-Gervinho attacco top. Ma uno dei due sarebbe di troppo

04.07.2019 13:31 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Balo-Gervinho attacco top. Ma uno dei due sarebbe di troppo

Uno è letteralmente rinato a Parma nello scorso campionato, l'altro spera di ricalcare le sue orme nella prossima stagione, magari per riuscire a tornare in Nazionale ed essere tra i protagonisti di Euro 2020. Stiamo parlando di Gervinho e Mario Balotelli, potenziale coppia d'attacco del Parma targato 2019-2020 (ammesso che il direttore sportivo crociato Daniele Faggiano riesca nell'impresa di portare nel Ducato l'ex punta di Inter, Milan, Liverpool e Manchester City). Assieme a Yann Karamoh, altro giocatore che sembra vicino a vestire la maglia crociata, la Freccia Nera e Super Mario comporrebbero un trio devastante, atomico, esplosivo: un attacco senza dubbio da big, e dunque forse poco adatto ad una squadra come il Parma, il cui obiettivo, almeno inizialmente, è quello di salvarsi.

E' proprio per questo motivo che, quantomeno sulla carta, appare difficile una coesistenza tra Gervinho e Balotelli, due giocatori che amano attaccare ma che non sono altrettanto predisposti al sacrificio in fase difensiva. E se è vero che nel calcio moderno anche le grandi squadre necessitano di dieci giocatori di movimento che interpretino senza distinzioni entrambe le fasi, a maggior ragione il Parma, formazione che appena quattro anni fa militava nel campionato di Serie D, difficilmente potrà permettersi due così contemporaneamente, perlomeno non dal 1'. Sembra dunque probabile, in caso di arrivo in Emilia dello svincolato Balo, che l'esterno offensivo ex Roma possa fare le valigie, anche perché due stipendi da top player sarebbero sostenibili a fatica da un club che, saggiamente, presta particolare attenzione al bilancio per evitare di incorrere negli errori del passato.