*Rewind Parma 2016* - 13/09: Parma-Venezia 1-2, Moreo e Domizzi espugnano il Tardini

25.12.2016 19:04 di Nico D'Agostino  articolo letto 199 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
*Rewind Parma 2016* - 13/09: Parma-Venezia 1-2, Moreo e Domizzi espugnano il Tardini

E' un Parma determinato quello che approccia alla gara con un ritmo asfissiante che mette subito alle corde il Venezia. Evacuo è l'anima della riscossa, il migliore dei suoi e si conquista dopo appena un minuto un nitidissimo rigore che trasforma con calma e freddezza dagli undici metri. Ma è tutta la squadra crociata che appare quasi invasata e va vicinissima al raddoppio in almeno altre tre occasioni. E il Venezia? Degni di nota solo un paio di traversoni che attraversano l'area crociata. Apolloni, prevedendo la probabile spinta del Venezia, passa subito al più difensivo 3-5-2 inserendo Messina per Nocciolini. Le previsioni del mister gialloblù sono esatte, infatti i lagunari rientrano in campo con un altro spirito, il Parma addormenta la partita ed il Venezia riscontra maggiori difficoltà nella costruzione del gioco ma negli ultimi minuti accade l'impensabile. I lagunari trovano prima il pareggio con un appoggio di piatto destro di Moreo su cross basso di Marsura e dopo un solo minuto agguanta addirittura il vantaggio con un imperioso stacco di testa di Domizzi su tiro d'angolo al minuto 91. Il Parma, tramortito, non ha la forza né il tempo di reagire e raccoglie la prima sconfitta in campionato della gestione Apolloni.

CLASSIFICA
Pordenone 10, Venezia, Bassano Virtus 8, Santarcangelo*, Gubbio, FeralpiSalò 7, Sambenedettese* 6, Parma, Modena, Mantova 5, Reggiana*, Padova*, Lumezzane, Sudtirol, Fano 4, Albinoleffe* 3, Maceratese*, Ancona 2, Teramo, Forlì 1.

Apolloni: “La differenza tra il primo ed il secondo tempo è che abbiamo smesso di giocare, ci siamo abbassati troppo e quando loro nei primi minuti ci hanno creato alcune difficoltà, siamo rimasti troppo dietro. E' chiaro che è uno schiaffo che fa male ma bisogna pensare alla prossima perchè non è terminato il campionato”.
Giorgino: “E' una sconfitta che fa male perchè avevamo giocato bene per quaranta minuti e potevamo chiuderla già nel primo tempo. Ci dispiace perchè siamo una squadra esperta ma ancora agli inizi ed abbiamo alcune difficoltà. Ora pensiamo al Pordenone”.

La squadra ducale, reduce dal pari a reti bianche al Valentino Mazzola di Santarcangelo di Romagna, ha cominciato la stagione in maniera deludente, palesando limiti evidenti soprattutto sul piano della manovra, ma non se la passa granché meglio la compagine guidata da Filippo Inzaghi, anch'essa apparsa sin qui troppo macchinosa e inconcludente in zona gol. Il Parma di Apolloni esce amaramente sconfitto dal confronto diretto con i diretti rivali e raccoglie i cocci di equivoci tattici e atteggiamenti oltremodo remissivi in quello che ad inizio serata aveva il sapore dei big-match di epoca Tanzi.