Borghi sull'ex crociato Ortega: "Irradiava luce sul campo da gioco. E' stato idolo e disastro"

31.03.2020 12:16 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
Borghi sull'ex crociato Ortega: "Irradiava luce sul campo da gioco. E' stato idolo e disastro"

Ariel Ortega fu acquistato dal Parma nella stagione 1999/2000, per 28 miliardi di lire che finirono nelle casse della Sampdoria. Solo 18 presenze e 3 reti per lui, prima di fare ritorno in Argentina al River Plate. Il commentatore di DAZN Stefano Borghi ne ha parlato estasiato, descrivendone le caratteristiche: "Spiegare Ortega a chi non l’abbia mai visto giocare è pressoché impossibile. Il continuo contrasto del suo interno, il Dr. Jekyll e Mr. Hyde personale si risolve nell’immagine dell’abisso. Chiunque lo abbia visto su un campo di calcio, non può non ricordare la grande luce che irradiava e portava a un innamoramento catartico e imperituro. L’asinello è stato idolo e disastro. Un uomo che ha vissuto la propria vita a stretto contatto col demone della depressione, cadendo vittima dell’alcolismo. È stato un calciatore unico".