Fino a 73 milioni di riscatti da pagare in caso di salvezza: crociati secondi solo alla Juve

14.04.2021 13:20 di Mattia Ricucci   Vedi letture
Fino a 73 milioni di riscatti da pagare in caso di salvezza: crociati secondi solo alla Juve
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il Corriere dello Sport stamani riporta la situazione delle squadre di Serie A per quanto riguarda i giocatori arrivati in prestito con obbligo o diritto di riscatto. Nella speciale classifica realizzata dal quotidiano delle squadre italiane che più potrebbero spendere a fine stagione per riscattare i propri giocatori il Parma si trova al secondo posto. I crociati in caso di salvezza dovranno sborsare fino a 73 milioni di euro, meno solo della Juventus che arriva a 73,5 milioni. Come anticipato nel conteggio sono presenti riscatti già sicuri, come quello di Wylan Cyprien (7 mln) che era legato al numero di presenze, o gli obblighi di Lautaro Valenti e Andreas Cornelius (entrambi fissati a 6,5 mln). La permanenza di altri giocatori è legata invece alla permanenza in serie A, come per Andrea Conti (7 mln) e Joshua Zirkzee (15 mln), o ad un numero di presenze difficilmente raggiungibile, come per Juan Brunetta (7 mln). Da ricordare che il Parma vanta un diritto di opzione anche per Hans Nicolussi Caviglia, che quest'anno non è mai sceso in campo in campionato (per lui solo Coppa Italia) a causa di un grave infortunio. Per quanto riguarda gli incassi da possibili riscatti di giocatori girati in prestito dai crociati, l'ammontare è invece di appena 4 milioni: essi sono costituiti dall'obbligo di riscatto di Matteo Darmian da parte dell'Inter, dal diritto di riscatto che il Groningen vanta nei confronti di Alessio Da Cruz, e dall'obbligo di riscatto in caso di promozione del Renate per quanto riguarda Manuel Nocciolini.