L'apertura de La Gazzetta dello Sport: "Inter spacca tutto"

22.09.2021 08:02 di Alessandro Tedeschi Twitter:    vedi letture
L'apertura de La Gazzetta dello Sport: "Inter spacca tutto"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alessio Del Lungo

"Inter spacca tutto". Questo il titolo di apertura in prima pagina de La Gazzetta dello Sport nell'edizione odierna. Inzaghi in testa in attesa del Napoli. Partenza sprint e vantaggio viola. Nella ripresa Darmian e Dzeko fanno il ribaltone. Sigillo di Perisic, 18 gol in 5 partite e prova da campioni a Firenze: 3-1 il finale. Intanto anche l'Atalanta torna a volare con Gosens e Zappacosta.

Juventus - Il quotidiano dedica uno spazio nel taglio laterale della prima pagina ai bianconeri con il titolo seguente: "L'Allegri furioso dà la scossa a Chiesa e De Ligt: 'Sfida salvezza'". Il tecnico duro e deluso dai subentrati: "Non possiamo giocare in 10". Questa sera il campione d'Europa e il difensore centrale ex Ajax torneranno titolari e saranno chiamati a dare un segnale.

Milan - C'è spazio nel taglio laterale della prima pagina per i rossoneri con il titolo seguente: "Sorpresa Tonali: è l'intoccabile. Ma Pioli rimane senza un vero 9". Il classe 2000 ha il posto fisso ed in Serie A è sempre presente: probabile turno di riposo per Kessie, oggi farà coppia con Bennacer. L'ex Brescia ora dirige in sicurezza e ha doppiato i numeri della scorsa stagione.

Napoli - "Spalletti inventa l'attacco totale. Zola: 'Osimhen sembra Lukaku'". Questo il titolo che il quotidiano dedica nel taglio laterale della prima pagina ai partenopei. Potenza, schemi e tanta fantasia: la forza del nigeriano, le invenzioni di Insigne e molto di più: in rete già nove azzurri. E il cannoniere è Koulibaly. E Zola incorona la squadra di Spalletti: "Scudetto? Perché no".

Serie A - "Stadi più pieni. Il 75% è vicino. Entro un mese tutto aperto?". Il giornale utilizza questo titolo nel taglio laterale della prima pagina sugli impianti sportivi. In settimana è prevista la riunione del Comitato tecnico scientifico ed entro un mese è possibile arrivare al 100% degli spettatori. Per i palazzetti invece si salirà dall'attuale 35% al 50%.

Robert Lewandowski - "Io come il buon vino, segnerò ancora. Il mio idolo? Henry". Queste le parole dell'attaccante del Bayern Monaco che trova spazio nel taglio basso della prima pagina. All'interno poi il bavarese spiega: "I club italiani sono sempre pericolosi. Non ho finito di fare gol, ma io non guardo Messi o Cristiano Ronaldo e competo solamente con me stesso".