Venezia, Dionisi: "Parma forte, giocandocela sulle individualità non avremo possibilità"

16.08.2019 15:24 di Sebastian Donzella   Vedi letture
Venezia, Dionisi: "Parma forte, giocandocela sulle individualità non avremo possibilità"

Alessio Dionisi, allenatore del Venezia, in conferenza stampa ha così presentato la sfida di domani al "Tardini" contro il Parma, nelle parole riprese da TrivenetoGoal.com.

Mister Dionisi, qual è l’importanza di questa partita per la sua squadra?
“E’ una partita importante. Per noi è la preparazione a quello che sarà il campionato, nel senso che: non abbiamo l’obiettivo di battere il Parma, bensì quello, come nel match precedente, di riconoscerci, di metterli in difficoltà e, se saremo bravi, anche a cercare di passare il turno. Naturalmente, cercheremo di ottenere il massimo, ben sapendo che non partiamo da favoriti”.

Pertanto con che spirito, con che mentalità dovrete scendere in campo per affrontare il Parma?
“Con quello che cerchiamo di riportare in ogni partita, anche durante gli allenamenti. Cercheremo di non snaturarci, fermo restando che, sicuramente, dovremo pensare anche a difenderci e a superare le difficoltà che il Parma ci creerà. Ma sono convinto che anche noi potremo dire la nostra”.

Che tipo di squadra è il Parma? Quali sono, in particolare, gli elementi da cui il Venezia dovrà guardarsi?
“E’ una squadra forte, che ha fatto bene la serie A, non devo neanche stare qui a parlare delle individualità. Sappiamo benissimo che, se dovessimo giocare solo sulle individualità, non avremmo nessuna possibilità. Ma fortunatamente a calcio si gioca in undici, anzi in due squadre contrapposte, più le sostituzioni. Di conseguenza questo non deve spaventarci, anzi: dev’essere per noi una spinta in più, perché domani affronteremo una squadra che, indubbiamente, farà un campionato diverso dal nostro ed ha valori individuali superiori ai nostri, ma noi cercheremo di sopperire alle differenze individuali con l’organizzazione ed i valori di squadra”.

Per quanto riguarda, invece, il Venezia: sappiamo che, in settimana, alcuni giocatori hanno effettuato allenamenti differenziati. Ci può dire quali sono le condizioni di Vacca e degli altri compagni attualmente indisponibili?
“Vacca farà un esame definitivo oggi, per sapere quanto tempo deve ancora avere a disposizione per recuperare. Noi siamo molto ottimisti, alla fine lui in questi giorni non si è allenato, anche in via precauzionale. Sarà in panchina a prescindere, ma difficilmente sarà disponibile, sarà a meno di mezzo servizio. Per quanto riguarda gli altri indisponibili, non rientrerà nessuno, a parte Alberto Pomini, che invece, questa settimana, si è allenato con la squadra, pertanto sarà a disposizione. Tutti gli altri si stanno avvicinando a rientrare in squadra. Zigoni e Di Mariano contiamo, e speriamo, di averli almeno dalla seconda partita di campionato”.

E’ plausibile l’ipotesi di rivedere Fiordaliso alla destra della difesa?
“Diciamo che dobbiamo dare, ovviamente, continuità. Abbiamo appena iniziato, la squadra ha fatto bene domenica, possiamo migliorare, e dobbiamo ricercare quello che, magari, non abbiamo fatto al meglio nello scorso incontro, cercando di farlo bene domani. Di conseguenza, tra la formazione di domenica e quella che scenderà in campo, domani, dall’inizio, ci saranno poche o nessuna differenza. Ma quello lo vedremo domani, quando scenderemo in campo. Però i ragazzi si sono allenati bene, Fiordaliso compreso, quindi domani, ripeto, i ragazzi sapranno la formazione, ma alla fine, a deciderla, è la settimana di lavoro”.

Quindi Fiordaliso potrebbe giocarsela con Lakicevic?
“Anche Lakicevic si è allenato bene, in settimana, ma non mi piace parlare di prime o di seconde scelte”.