Barillà: "Sto bene, ho recuperato dall'affaticamento. Contro la Juventus dovremo dare il 120%"

30.01.2019 15:30 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Barillà: "Sto bene, ho recuperato dall'affaticamento. Contro la Juventus dovremo dare il 120%"

A tre giorni dalla sfida alla Juventus, Antonino Barillà si è concesso ai microfoni dei giornalisti per fare il punto della situazione sul momento personale e della squadra. Queste le sue parole, evidenziate dal sito ufficiale del Parma: “Devo dire che a inizio anno ero aperto a qualunque decisione che avrebbe preso la società, sapevamo che il Parma avrebbe dovuto allestire una rosa importante per disputare la Serie A, dunque se fosse arrivata una chiamata nella quale mi avrebbero prospettato una soluzione che fosse andata bene per entrambi, io l’avrei accettata senza problemi. Questo non è avvenuto, io ho lavorato per farmi trovare pronto e ora ne sto raccogliendo i frutti; allo stesso tempo mancano sei mesi alla fine del campionato e non posso mollare di un centimetro. Questa Serie A pretende meno errori e tanta qualità, sto cercando di lavorare molto e di dare una mano ai miei compagni perchè so che questo è un campionato molto difficile".

Le tue condizioni?
"Adesso sto bene, abbiamo gestito la scorsa settimana un affaticamento nel migliore dei modi, sono arrivato bene alla partita; sto continuando il recupero e spero da domani di rientrare in gruppo”.

Cosa è successo nella gara contro la SPAL?
"Più che al calo di concentrazione penso al fatto che se avessi segnato magari avremmo chiuso la gara, invece ci siamo abbassati un po’, la SPAL ha cercato di buttare più palloni possibili in area visto che ha attaccanti strutturati e abbiamo sofferto questo tipo di situazione. Per 75 minuti penso che abbiamo fatto una delle migliori partite della stagione, abbiamo avuto qualche occasione per chiuderla, dobbiamo limare gli aspetti legati alla concentrazione". 

Ora la Juventus:
"Sappiamo che ora giocheremo contro squadre forti; contro le grandi ti viene da dare il 120%, magari può non bastare ma noi andiamo a Torino tranquilli per fare la nostra partita e poi a fine gara tireremo le somme. Il mio primo gol in Serie A è stato proprio contro la Juve, ma quelli ormai sono ricordi, preferisco pensare al presente. La Juventus può permettersi tutto, siamo noi quelli che non possono sbagliare, sappiamo che abbiamo bisogno tutti di dare il massimo e prepariamo la gara per arrivare a disputarla nel migliore dei modi,consapevoli dei nostri mezzi”.