Prossimi avversari: Roma, dal cambio di proprietà al terzo posto attuale

11.11.2020 22:04 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Prossimi avversari: Roma, dal cambio di proprietà al terzo posto attuale
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Tra le sorprese di questa prima parte di campionato forse va inserita proprio la prossima avversaria del Parma: la Roma. La formazione giallorossa ha passato dei mesi un po' complicati visto il delicato passaggio di proprietà che ha consegnato la società tra le mani di Dan Friedkin. Vari dubbi aleggiavano anche sulla conferma del tecnico Fonseca, dubbi che poi si sono diradati strada facendo. E anche la stagione non è certo iniziata nel migliore dei modi, con il caso Diawara che ha portato alla Roma una sconfitta a tavolino contro l'Hellas Verona. Dopo sette partite, molte cose sembrano cambiate: i giallorossi sembrano aver trovato la loro identità con un rinnovato entusiasmo. L'ultima gara vinta contro il Genoa, inoltre, ha messo in mostra uno straordinario Mkhitaryan: l'armeno è uno dei giocatori in più in questo primo scorcio di torneo.

Rispetto all'anno scorso, i capitolini hanno in realtà cambiato poco. Si è ripartiti dalla difesa a tre e da Dzeko riferimento offensivo, con innesti di tecnica e qualità. Pedro, giocatore esperto e vincente, ha saputo dare brio all'attacco romanista e si è subito calato nella mentalità del calcio italiano. Pellegrini è stato spostato qualche metro più indietro, dove con Veretout forma una coppia di centrocampisti centrali di assoluta qualità. La difesa è comandata da Smalling, assistito da una batteria di giovani di alto livello: Mancini sta disputando un grande avvio di stagione, così come Ibanez e Kumbulla che garantiscono almeno quattro titolari per tre posti. Forse manca qualcosa sulle fasce, ma si sta cercando di rigenerare Karsdorp dopo i tanti infortuni. Insomma, una formazione insidiosa che ha ritrovato autostima e che, a inizio campionato, non sembrava particolarmente accreditata dai bookmakers per piazzamenti di primissima fascia. Chissà che le cose non possano cambiare. Di certo, il Parma è avvertito: sarà tutt'altro che una gara facile.