Mihaila la sorpresa di Parma-Udinese: Gervinho non è più intoccabile

22.02.2021 21:20 di Redazione ParmaLive.com   Vedi letture
Mihaila la sorpresa di Parma-Udinese: Gervinho non è più intoccabile
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Guardando il bicchiere mezzo pieno, il lunch match di domenica ci ha lasciato in eredità la buona prova offerta da Valentin Mihaila, che fa ben sperare per le restanti partite del girone di ritorno. Quella di ieri è stata la conferma definitiva di quanto di buono si è sempre detto sul suo conto, sin dal suo arrivo durante il mercato estivo, quando fu prelevato dall'Universitatea Craiova. Un investimento con lungimiranza quello fatto dal presidente Krause, incline a ringiovanire ulteriormente la rosa, come confermato dalla politica mostrata anche nella sessione invernale con l'acquisto di profili come Man, Zirkzee e Zagaritis. L'esterno romeno classe 2000, fino a dicembre indisponibile perché tenuto fuori da una fastidiosa pubalgia, si è presentato ai tifosi crociati soltanto nell'anno nuovo, disputando spezzoni di gare e manciate di minuti qua e là per favorirne l'inserimento graduale. All'Olimpico contro la Lazio negli ottavi di Coppa Italia gioca tutta la partita e trova il suo primo e ad ora unico gol con la maglia del Parma, lasciando ottime impressioni riguardo le sue qualità tecniche e doti atletiche. Nei 78' giocati ieri contro l'Udinese ha dimostrato ancora di poter reggere il peso di una maglia da titolare, con la spensieratezza e l'incoscienza di un ragazzo di 20 anni, capace di giocate di alto livello e colpi in grado di spaccare la gara ed impensierire la difesa avversaria. A farne le spese è stato Gervinho, mandato in tribuna per scelta dell'allenatore, così come Kurtic. L'attaccante ivoriano, tenuta fisica permettendo, è sempre stato considerato un intoccabile nell'11 titolare, ma è sotto gli occhi di tutti che non stia attraversando il suo miglior periodo di forma e i numeri dicono che il gol non arriva dalla doppietta segnata a Marassi contro il Genoa in quella che rimane ad oggi l'ultima vittoria dei crociati, datata 30 novembre 2020. Che sia questo lo stimolo giusto per tornare a lottare per guadagnarsi una maglia da titolare e dimostrare di avere ancora motivazioni e poter ancora fare la differenza ad alti livelli? Nell'attesa che arrivi quel momento, Mihaila pare averlo scalzato nelle gerarchie.