Grassi voto 5.5 - Le prestazioni ci sono, paga i troppi infortuni

03.08.2020 17:55 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Grassi voto 5.5 - Le prestazioni ci sono, paga i troppi infortuni

Una stagione che lascia l’amaro in bocca, soprattutto per quanto mostrato da Alberto Grassi quando a pieno regime. Tanti e frequenti infortuni ne hanno minato un’annata che era iniziata alla grande, con i gradi di titolare e con la nuova posizione di regista, ben interpretata dall’ex Napoli. Troppi però gli stop forzati, che giocoforza ne minano il giudizio complessivo, che non può essere sufficiente. Buone prestazioni ma troppo distanti l’una dall’altra, Grassi deve innanzitutto ritrovare una costanza fisica discreta per poter finalmente sbocciare. Praticamente un fantasma prima dello stop per la pandemia, il centrocampista si è visto con più costanza nel post lockdown, dove ha giocato buone gare, ma è ricaduto in un ennesimo stop. VOTO 5.5.

I NUMERI - Sedici presenze, di cui solo sei da titolare, per un totale di seicentotrentasette minuti in Serie A, conditi da una rete e due assist. Troppo poco per il centrocampista, anche in questa stagione fermato da numerosi stop fisici.

MOMENTO TOP - Il gol contro il Brescia, una sorta di liberazione. Dopo un inizio stagione convincente, il centrocampista si è fermato per le solite noie fisiche, tornando in campo a novembre per qualche spezzone di gara. Ma è contro il Brescia che Grassi trova la prima, liberatoria, rete in maglia Parma, con un bellissimo stacco di testa che regala il pareggio al Parma. Questo il momento più alto della sua stagione, caratterizzata però da qualche ottima prova come contro Milan e Napoli.

MOMENTO FLOP - I settantasette giorni persi per infortuni. Problemi e operazione al ginocchio, affaticamento muscolare, lombalgia, guaio muscolare, stiramento alla coscia, Grassi ha saltato sedici partite in questa stagione per infortunio, che si sommano alle trenta saltate nella scorsa stagione. Il problema di Grassi, purtroppo, è sempre quello legato ad una fragilità fisica che non gli ha fin qui permesso di esprimersi al suo massimo possibile.

FUTURO - Non così scontato come pare. Il centrocampista è un giocatore del Parma a tutti gli effetti, essendo stato riscattato dal Napoli nella scorsa stagione. Non è detto però che non possa partire, magari in prestito, dove potrebbe giocare con più continuità e recuperare al meglio la condizione fisica. Al momento però non ci sono voci che trovano riscontro.