PL - Carmignani: "Inglese il colpo migliore, per la difesa punterei su Laxalt e Tonelli"

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
15.08.2019 22:11 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
PL - Carmignani: "Inglese il colpo migliore, per la difesa punterei su Laxalt e Tonelli"

Interpellato da ParmaLive.com, l'ex tecnico crociato Pietro Carmignani ha analizzato il mercato operato dal club ducale, senza tuttavia sbilanciarsi in giudizi definitivi: "Voto sul mercato? E' presto per dirlo, i voti si danno quando ci sono dei risultati. Bisognerà vedere ciò che farà il Parma durante il campionato. In ogni caso credo che Faggiano abbia fatto una squadra in funzione dei desideri del mister, con gente rapida che sa giocare in contropiede: penso si vogliano ripetere i temi espressi molto bene nello scorso campionato".

Tra le medio-piccole, il Parma è stata una delle società che ha investito di più sul mercato:
"Evidentemente la società aveva la possibilità di fare degli investimenti e li ha fatti. Credo che abbia operato nel migliore dei modi, come si conviene ad una società che vuole crescere. Ha comprato dei giocatori giovani che possono rappresentare il futuro del club".

Secondo lei, qual è stato il colpo migliore del Parma sin qui?
"La conferma di Inglese. Credo che sia un giocatore fondamentale, non solo per il Parma: lo sarebbe stato anche per squadre come il Napoli, il Milan, la Roma e la Lazio".

Per completare la rosa serve ancora qualcosa dietro. Per la corsia mancina chi vedrebbe bene a Parma?
"Laxalt ha tutte le caratteristiche per far bene, mi ha stupito il fatto che non abbia disputato un grande campionato al Milan. Io punterei sull'uruguaiano".

E Tonelli sarebbe il profilo ideale per affiancare Bruno Alves al centro della difesa?
"Sicuramente, sarebbe un ottimo acquisto per il Parma".

Sabato arriva il primo impegno ufficiale per il Parma. Quali sono i rischi insiti nella gara col Venezia?
"Intanto bisogna stare attenti perché si tratta di una gara secca, quindi ci si gioca tutto in 90': ci vorrà la massima attenzione, anche perché nel calcio di avversari inferiori non ce ne sono. Ci sono sempre squadre che riescono a sovvertire i pronostici".

E' un vantaggio per il Parma affrontare la Juve già alla prima giornata?
"Non è vero che il calendario sia uguale sempre perché prima o poi bisogna affrontare tutte le squadre. Io credo che la fortuna di una società di centro-media classifica sia quello di affrontare le big quando hanno la settimana delle coppe. Detto ciò, se avessi potuto scegliere, avrei scelto un altro tipo di debutto per il Parma: è subito una partenza a mille, anche se la Juve dovrà dimostrare di aver assimilato le idee del nuovo allenatore".