Scala nel '94 e D'Aversa nel 2020: al Parma piacciono le innovazioni nelle sostituzioni

20.06.2020 23:13 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Scala nel '94 e D'Aversa nel 2020: al Parma piacciono le innovazioni nelle sostituzioni

Nel '94 Nevio Scala fece entrare tre giocatori dalla panchina e non era mai successo in Serie A. Oggi Roberto D'Aversa ha scritto nuovamente il nome del Parma nel libro dei record della Serie A: ventisei anni dopo quello storico pomeriggio, quando il Parma vinse contro il Torino per 2-0, gol di Zola e Branca, coi subentri di Galli, Crippa e Castellini, i crociati sono tornati a segnare un primato nel campionato di Serie A. Coi quattro cambi di stasera (Caprari, Hernani, Brugman e Laurini) il mister di Stoccarda ha dimostrato di contare fortemente su ogni membro della rosa crociata e di voler approfittare il più possibile delle modifiche regolamentari che questa stagione eccezionale prevede, proprio per essere portata a termine col minimo danno possibile per le venti squadre di Serie A. E proprio da un'altra modifica regolamentare, quella per il prolungamento di prestiti e giocatori in scadenza a giugno prossimo, mister D'Aversa attende buone notizie nelle prossime ore (in particolare riferimento al caso di Kulusevski, ndr)