450' per sbagliare, imparare e farci sperare in un futuro migliore: cari giovani, divertite e divertitevi

01.05.2021 19:33 di Vito Aulenti Twitter:    vedi letture
450' per sbagliare, imparare e farci sperare in un futuro migliore: cari giovani, divertite e divertitevi
© foto di ParmaCalcio1913.com

Nel corso di questa stagione, si è a lungo dibattuto sulla bontà del cosiddetto "progetto giovani": un piano azzardato secondo alcuni, ma che potrebbe portare i suoi frutti nel medio-lungo periodo. In che modo? Solamente permettendo ai ragazzi di fare esperienza e, perché no, anche di sbagliare. Senza troppe pressioni. E allora quale momento migliore di questo per far crescere i piccoli grandi talenti crociati, con la salvezza ormai lontanissima e un campionato da chiudere con dignità? 

I risultati al momento ci interessano solo relativamente. E comunque non è che coi senatori si siano conquistati così tanti punti... Allora spazio senza indugio alla linea verde, a partire dal gioiellino belga Daan Dierckx, 18enne che non ha fatto benissimo nelle ultime due partite, che ma che solo giocando con continuità - peraltro su un palcoscenico probante come la A - può acquisire ancora più sicurezza e conoscenze. E poi, tanto per rimanere in tema difesa, c'è Lautaro Valenti da rilanciare: un ragazzo interessantissimo (per il quale il Parma ha fatto un investimento importante) che in questo campionato non è riuscito a trovare lo spazio desiderato: le cinque partite che rimangono, potrebbero aiutarlo a riacquisire fiducia in se stesso in vista della prossima fondamentale annata. Dopo aver smaltito i problemi fisici che lo hanno costretto ai box nell'ultimo periodo, potrebbe essere il classe 2001 svizzero Sohm a ravvivare il centrocampo gialloblù, mentre in attacco, visti anche gli infortuni occorsi a Man e Mihaila, il tecnico crociato D'Aversa potrebbe concedere una chance anche a Traorè e Brunetta, magari già nel match di lunedì prossimo contro il Toro. Insomma, se queste 33 giornate ci hanno deluso, potrebbero essere i prossimi 450' a rendere il campionato meno amaro, coi giovani che proveranno ad imparare e a divertirsi, facendoci sperare in un futuro migliore.