Inter, rabbia e orgoglio. Le due sfide intense del Tardini

03.03.2021 13:47 di Donatella Todisco   Vedi letture
Inter, rabbia e orgoglio. Le due sfide intense del Tardini

Dal 1990 ad oggi, in oltre trent'anni, almeno in due circostanze le sfide tra Parma ed Inter al Tardini non sono state affatto banali. E risalgono ai primi anni duemila: 2004 da un lato, 2008 dall'altro. Anni bisestili, ma in qualche caso anche funesti. Per i ducali lo è stato il secondo citato: lo 0-2 rimediato dai nerazzurri significò infatti la prima retrocessione dalla A della storia del club, da parte della squadra allora allenata da Mancini ma che poteva contare su Ibrahimovic come principale marcatore e trascinatore. Discorso diverso per la stagione 2003-2004. Il Parma era ancora quello di Tanzi, seppur fresco di scandalo ed in caduta libera. E la vittoria sui nerazzurri, pronti a far decollare Adriano, ebbe un valore simbolico: la squadra di Prandelli non ha mai mollato, contro tante difficoltà ed avversità. Non è da tutti questo tipo di aspetto. Anche se alla fine lo spareggio della penultima giornata di quell'anno a San Siro fu comunque perso: in palio c'era la Champions League.