Premier Conte: "Misure restrittive prolungate fino al 13 aprile. Stop allenamenti"

01.04.2020 20:45 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Premier Conte: "Misure restrittive prolungate fino al 13 aprile. Stop allenamenti"

Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri, ha parlato in conferenza stampa da Palazzo Chigi a proposito dell'emergenza coronavirus e delle nuove misure che verranno adottate dal Governo: "Non siamo nella condizione di allentare i disagi o iniziare ad abbracciare una prospettiva diversa, ragione per cui ho appena firmato il DCPM che proroga le disposizioni fino al 13 aprile. È un ulteriore sforzo e sacrificio, ma dobbiamo capirlo tutti: se allentassimo ora le misure, si pagherebbe un prezzo altissimo. Saremmo costretti a ripartire di nuovo, non ce lo possiamo permettere. Invito tutti a continuare a rispettare le disposizioni, anche se ci dispiace che anche nei giorni di festività pasquali saremo sotto regime restrittivo. C'è un timido segnale di contenimento, ma non dobbiamo abbassare il livello di guardia altrimenti gli sforzi saranno stati vani".

Per quanto riguarda invece le novità a proposito dello sport: "L'unica novità che abbiamo inserito rispetto alle precedenti restrizioni è sulle sedute di allenamento degli atleti, onde evitare che alcune società sportive possano pretendere l'esecuzione di una prestazione nella forma di allenamento. Ovviamente l'allenamento potrà avvenire in forma individuale". Le restrizioni, come confermato in precedenza, saranno valide fino al prossimo 13 aprile.

Sulla discussa "ora d'aria" che sarebbe stata concessa ai bambini il premier ha inoltre chiarito: "Non abbiamo affatto autorizzato l'ora del passaggio coi bambini, in fase di interpretazione abbiamo detto che quando un genitore va a far la spesa si può consentire l'accompagno di un bambino, ma non deve essere l'occasione per un genitore di andare a spasso. Dobbiamo assolutamente proseguire con questo regime e non abbassare il livello di guardia".