Manfredini (CCPC): "Dicono di voler riportare le famiglie allo stadio... con questi prezzi?"

14.12.2019 13:23 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
Manfredini (CCPC): "Dicono di voler riportare le famiglie allo stadio... con questi prezzi?"

Il match fra Napoli e Parma è a rischio per i danni al San Paolo causati dal maltempo, ma se la partita si dovesse giocare lo stadio non vedrà i rappresentanti del tifo organizzato del Parma che hanno deciso di disertare la trasferta come forma di protesta per il caro prezzi dei biglietti. Il tifo organizzato crociato, sempre che si giochi, si ritroverà quindi di fronte allo stadio Tardini di Parma alle ore 18 e seguirà la partita "come si faceva un tempo - scrivono sui social - con radioline, panini, birre e bevande calde. Lo facciamo anche per dire no allo strapotere delle pay tv". Gli ultras del Parma (Boys 1977) e il Centro di Coordinamento dei Parma Clubs hanno deciso di non supportare la squadra a Napoli visti i prezzi del settore ospiti decisi dal club partenopeo (40 euro). "Dicono di voler riportare le famiglie allo stadio e poi impongono prezzi che non ci si può certo permettere visti anche i costi di recarsi in trasferta - spiega Angelo Manfredini, presidente del Centro di Coordinamento - La Uefa impone per le gare di coppa prezzi uguali per ospiti e tifosi di casa, perché nel campionato di serie A non succede?" Sulla stessa linea Roberto D'Aversa, allenatore del Parma, che sottolinea come "si faccia di tutto per allontanare le tifoserie dallo stadio. In più gli impianti di calcio non sono certo accoglienti".