LIVE! D'Aversa: "A fine anno discuteremo dei tanti infortuni. Il mio futuro? Ora pensiamo a finire la stagione"

Diretta scritta su ParmaLive.com. Premi F5 per aggiornare!
02.05.2021 13:48 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
LIVE! D'Aversa: "A fine anno discuteremo dei tanti infortuni. Il mio futuro? Ora pensiamo a finire la stagione"
© foto di ParmaLive.com

13.48 - Si chiude la conferenza stampa. 

I Primavera non convocati non sono stati chiamati perché hanno giocato ieri?
"Sicuramente, hanno giocato ieri e giochiamo domani, si è data una priorità ad una partita importante. Non posso star qui a considerare chi ha giocato ieri, anche perché sono giovani e non possiamo pensare di fargli giocare partite di questo livello dopo due giorni, non solo a livello giovanile ma a livello di Serie A". 

Vi siete dati una risposta per i tanti infortuni?
"Quest'anno sul numero degli infortunati ha inciso che non si è fatta una preparazione normale, che hanno inciso i tre mesi di lockdown dell'anno scorso: gli infortunati sono aumentati ovunque. Io credo che questo discorso lo abbiamo già affrontato, e penso che a fine stagione si debba sedersi a tavolino e analizzare le cause di questi alti infortuni, ognuno per la sua professione deve ragionare dove può migliorare. Inutile pensare a tipo di acquisizioni, tipologie di allenamento. Per quanto riguarda la tipologia di lavoro, mi riferisco a tutto: abbiamo un nutrizionista, curiamo tutto sotto quel punto di vista, dal peso alla massa, poi questi numeri di infortuni ci sono giocatori che sono fermi da diverso tempo. Mi riferisco a Roberto Inglese o ad altri. Detto questo, a fine anno van fatte valutazioni e analizzare per migliorare e fare tesoro delle esperienze passate, positive o negative che siano. Mihaila poi aveva un problema di pubalgia e se lo sta portando avanti: poi possiamo valutare nel prendere un giocatore, ma non per scaricare responsabilità. Ci serve per capire e migliorare questo aspetto". 

Che partita si aspetta?
"Sicuramente domani ci rispetteremo con Nicola, e il rispetto sarà nel cercare di onorare la partita e vincere. Entrambi cercheremo di farlo, loro stanno lottando per un obiettivo per cui dobbiamo essere consapevoli che loro penseranno di trovare una squadra senza obiettivo ma noi non possiamo assolutamente permettercelo. Dobbiamo dare segnali importanti a noi stessi e non solo, penso che sia il massimo rispetto che possiamo dare al Torino e al campionato". 

Cosa hai pensato dopo le parole del presidente?
"Lo conosco abbastanza, quello che dice lo pensa veramente ed è sempre stato positivo, propositivo. Quello di cui è sicuro è che a prescindere dal risultato finale, non viene compromesso il progetto. Il futuro sarà roseo, quello che mi preoccupa è il presente: ci sono partite da affrontare, domani contro il Torino. Bisogna onorare il campionato e la maglia che indossiamo, dobbiamo ragionare su questo aspetto. Il presidente ha fatto un discorso anche matematico e lui dopo gran batoste è sempre stato positivo e ha tirato su il morale. Il rammarico da parte mia e dei ragazzi è non aver ripagato i suoi sacrifici". 

Ci sarà posto per lei in questo Parma?
"Non ho risposte come settimana scorsa. Dobbiamo pensare a concludere il campionato dignitosamente, poi ad ogni fine anno ci sederemo a tavolo con la proprietà e si valuterà. Ora si pensa solo a finire la stagione migliorando qualche numero, soprattutto i gol subiti e i punti". 

Che settimana è stata?
"Penso sia giusto che la società faccia pensieri di programmazione. Il presidente sta allestendo con amore una progetto importante, io devo pensare ad affrontare ogni singola partita facendo il massimo. In questi momenti si vede lo spessore di un uomo e di un professionista, fare qualsiasi cosa anche per mentalità: si è vinto poche volte". 

Tanti infortuni, ancora:
"E' un problema che ci portiamo avanti da tempo. Non ci creiamo alibi. In questo momento il reparto avanzato è falcidiato, prenderemo provvedimenti utilizzando giocatori con caratteristiche offensive. Conta l'interpretazione e il modo in cui affronti la partita". 

13.29 - Prende la parola il mister: "Ribadisco quanto detto prima di Crotone, quello che voglio è che la squadra vada in campo in maniera dignitosa e con massima responsabilità, con l'amore per i colori che indossiamo. Pretendo questo in tutte le partite. A differenza di Cagliari, che sotto l'aspetto del risultato è stato una mazzata, poco potevo rimproverare per impegno o il fatto di lottare. Il primo tempo di Crotone è stato una resa e non ce lo possiamo permettere, per andare in giro a testa alta: non si può discutere questo". 

13.15 - Amiche ed amici di ParmaLive.com, siamo in attesa di mister Roberto D'Aversa, che tra pochi minuti interverrà in conferenza stampa per introdurci alla sfida di domani contro il Torino, valida per la trentaquattresima giornata di Serie A. Contro i granata quartultimi in classifica, il tecnico crociato dovrà ancora fare a meno di numerosi uomini importanti ai box per infortunio, con un attacco che è ridotto al lumicino. A breve le parole dell'allenatore del Parma, che potrete seguire qui grazie al nostro live in tempo reale. 

Leggi tutte le ultime novità sul Parma su Twitter! Diventa Follower
VUOI COLLABORARE CON PARMALIVE.COM? SCRIVICI!
Segui tutte le news di ParmaLive.com su Facebook: cllicca "Mi Piace"!
Tutte le novità del nostro sito sono anche su Instagram: seguici!