Kurtic voto 6.5 - Prezioso in entrambe le fasi. Ma può e deve fare di più

04.08.2020 19:55 di Lorenzo Corradi   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Kurtic voto 6.5 - Prezioso in entrambe le fasi. Ma può e deve fare di più

Jasmin Kurtic è stato l'ultimo colpo di mercato dei crociati nel mese di gennaio, ma è da subito entrato prepotentemente nelle gerarchie di Roberto D'Aversa diventando uno dei giocatori più utilizzati. Imprescindibile per l'impostazione tattica del mister abruzzese, molto bravo a farsi trovare dai compagni riuscendo a farsi valere bene anche dal punto di vista fisico. Probabilmente ci si aspettava qualcosa in più dallo sloveno in zona gol, dove a differenza di altre annate è stato un po' carente, con solamente due gol in questa stagione. Nel complesso un rendimento molto più che sufficiente soprattutto in reparto che per molto tempo è stato falcidiato dagli infortuni, con mister D'Aversa che spesso ha chiamato il classe 1989 agli straordinari. Prezioso. VOTO 6.5

I NUMERI -  Millesettecentocinquantacinque minuti giocati in ventuno presenze per lo sloveno, che mette a referto anche due reti e un assist. A centrocampo è stato il più utilizzato, rivelandosi molto duttile in diverse situazioni.

MOMENTO TOP - Parma-Bologna. In uno dei momenti più duri della stagione, con la squadra crociata che veniva da quattro sconfitte consecutive, e a cinque minuti dal termine era sotto per 0-2 in casa nel derby contro i rossoblu. Kurtic al 91esimo da il via alla rimonta crociata conclusasi con la rete di Inglese per il definitivo 2-2.

MOMENTO FLOP - Parma-Sampdoria. Una debacle quella del Tardini, con i gialloblu che conducevano per 2 reti a 0 all'intervallo. Nel secondo tempo la Samp ne fa 3 e sembra che il Parma non sia sceso nemmeno in campo. Male tutti, ma si ha l'impressione che il centrocampo manchi di carattere e il trascinatore del reparto sarebbe dovuto essere proprio Kurtic.

FUTURO - "Avevo anche altre richieste ma quando mi ha chiamato il Direttore non ci ho pensato nemmeno un po’, ci siamo messi d’accordo in cinque minuti" queste le sue parole in esclusiva ai nostri microfoni. Con il passaggio di proprietà è davvero difficile sbilanciarsi, ma lo sloveno può essere sicuramente una carta importante anche durante la prossima stagione.