PL - Bernhart (Sindaco Prato allo Stelvio): "Che bello riaccogliere il Parma"

08.07.2019 20:34 di Sebastian Donzella   Vedi letture
PL - Bernhart (Sindaco Prato allo Stelvio): "Che bello riaccogliere il Parma"

Per il secondo anno di fila il Parma riparte da Prato allo Stelvio. E ParmaLive.com, giunto in anticipo rispetto ai crociati in Val Venosta, ha intervistato Karl Bernhart, Sindaco del Comune altoatesino, con un passato da sostenitore crociato, in vista dell'arrivo dei gialloblù. Il primo cittadino ci ha aperto le porte del suo ufficio, abbandonandolo un attimo, al termine dell'intervista, solo per indossare la maglia gialloblù gelosamente custodita in Municipio.

In Serie A il Parma sceglie Prato allo Stelvio.
"Siamo doppiamente contenti: per il Parma che ha mantenuto la Serie A e per noi che ospiteremo nuovamente i crociati. Abbiamo tifato tanto per loro, soprattutto nel finale di stagione quando le cose non giravano bene come all'inizio. Gli abbiamo portato fortuna, forse ci avranno scelto anche quest'anno per questo (ride NdR). Scherzi a parte impianti sportivi come i nostri son difficili da trovare in valle: abbiamo due campi in erba più due campetti. Come squadra cittadina siam retrocessi in terza categoria ma come campi siamo di un'altra categoria".

Andrà a vedere i crociati?
"Quest'anno potrò godermi il ritiro mentre un anno fa tornai a Prato allo Stelvio solamente per il congedo. Quest'anno ci sono e sicuramente andrò a vedere le partite e, se avrò un po' di tempo, anche l'allenamento. Mi interessa perché io stesso ho allenato fino in 1^ categoria e perché, negli anni '90, seguivo molto il Parma: erano i tempi di Cannavaro, Crespo, Chiesa, Sensini, Dino Baggio e via di questo passo. Adesso ho ripreso a seguirlo perché vengono da noi in estate".

In paese come verranno accolti i gialloblù?
"Con curiosità ma senza esagerare. Perché il Parma deve concentrarsi, non ha bisogno di fastidi o distrazioni esterne. Chi cerca tranquillità sa che qui la trova. E il Parma lo sa bene".

Capitolo mercato: chi vorrebbe vedere a Prato allo Stelvio?
"Karamoh: per me è un talento puro anche se l'anno scorso non ha fatto benissimo. Con i gialloblù per me farebbe molto bene. Sognando un po' direi Balotelli: un giocatore fortissimo, è un peccato non abbia mantenuto le aspettative. Ha tanto carisma positivo ma anche negativo. A Parma, magari, metterebbe la testa a posto in vista degli Europei. Spiace, invece, che non ci sia Scavone visto che è nato a Bolzano. Magari riporterà il Bari in A come ha fatto col Parma".

Chi vedrà volentieri tra i convocati?
"Gervinho e Bruno Alves sono sicuramente i più rappresentativi. Il primo in velocità è imprendibile, il secondo è campione d'Europa in carica con il Portogallo. Sarà un piacere vederli all'opera".

Quali iniziative avete in programma per il Parma, presentazione della squadra compresa?
"Con tutta la giunta ci stiamo organizzando al meglio, vedremo cosa potremo mettere in atto in queste due settimane, sempre in accordo con il club crociato. Di sicuro ci aspettiamo tanti tifosi, soprattutto per le amichevoli, magari con le famiglie. Qui c'è tanto verde, ci sono tanti parchi giochi, abbiamo l'acquario, i fiumi, la Cima Coppi. Si potrebbe unire l'utile al dilettevole. E ne approfitto per invitare il mio collega parmigiano, Federico Pizzarotti: mi farebbe molto piacere averlo tra noi a Prato allo Stelvio".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA

Karl Bernhart, Sindaco di Prato allo Stelvio
Karl Bernhart, Sindaco di Prato allo Stelvio © foto di Sebastian Donzella
Karl Bernhart, Sindaco di Prato allo Stelvio, in giallobl?
Karl Bernhart, Sindaco di Prato allo Stelvio, in giallobl? © foto di Sebastian Donzella
Karl Bernhart, Sindaco di Prato allo Stelvio, in ufficio
Karl Bernhart, Sindaco di Prato allo Stelvio, in ufficio © foto di Sebastian Donzella