Lazio, Inzaghi: "Partita non scontata. Ritorno di Lulic nota più bella di serata"

21.01.2021 23:51 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
Lazio, Inzaghi: "Partita non scontata. Ritorno di Lulic nota più bella di serata"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, commenta così la vittoria dei biancocelesti contro il Parma ai microfoni di Rai Sport che è valsa il pass per i quarti di finale di Coppa Italia, dove la Lazio affronterà l’Atalanta: “Penso che abbiamo fatto un’ottimo primo tempo, creando tanto, prendendo due pali clamorosi e approcciando bene alla partita. Non sono partite scontate queste, nella ripresa non abbiamo approcciato come il primo e abbiamo commesso un errore che non avremmo dovuto commettere. Il gol di Muriqi ci porta ai quarti con fiducia”

Muriqi può avere più spazio?
“Non dimentichiamo che non ha fatto il ritiro con noi, ha preso il Covid, e rientrato dalla nazionale si è fatto male. Negli ultimi venti giorni si è allenato bene, si sta inserendo bene. E’ stato sfortunato nel palo ma ha fatto un gol da attaccante vero”.

Può spendere due parole su Lulic?
“Penso sia la nota più bella della qualificazione. Sappiamo cosa ha passato in questi undici mesi, sono venti giorni che si allena, stasera non mi aspettavo entrasse così bene, ha fatto un bel salvataggio ed è andato bene. Deve trovare la condizione migliore e ci darà una grande mano”.

La Lazio è in risalita: rinnoverà il contratto? E’ legato al mercato?
“Non è un problema. Il problema era tornare sui nostri ritmi e ritrovare i giocatori. Nelle ultime quattro li abbiamo recuperati tutti, dopo il derby abbiamo avuto l’imprevisto Ramos e Luis Alberto. Per quanto riguarda il mercato ne stiamo parlando, anche per capire i tempi di Ramos che domani verrà operato. Stiamo guardando perché in difesa siamo corti”.

Si è liberato Sokratis sul mercato, è un profilo interessante?
“E’ uno dei profili vagliati. Il mercato non è semplice, chi sta giocando difficilmente può partire. Noi stiamo cercando una situazione migliore per noi”.

Correa può fare il Luis Alberto?
“E’ una soluzione che ho già usato a Brescia dopo le feste l’anno scorso. Giocò lui in quella posizione ma per giocarci ha bisogno della condizione migliore. Dal 23 dicembre si è fatto male con l’Inter, è rientrato, lo aspettiamo a braccia aperte e penso che stasera ha dimostrato di star bene”.

Quando il Bayern le toglierà il sonno?
“Noi avevamo due grandi obiettivi, confermarci in Champions e tornare negli ottavi. Il primo lo abbiamo ottenuto, il secondo abbiamo qualche punto di ritardo. Con il Bayern sarà proibitivo ma al completo ce la potevamo giocare. Ora con la defezione di Ramos vedremo, la Lazio del derby se la può giocare. Ci viene a mancare un difensore importantissimo che farà parlare di sé”.

Cosa non le piace degli arbitri?
“Posso dire che siamo fortunati. Ci possono essere domeniche in cui un episodio ti va male, ma io ho un ottimo rapporto con gli arbitri. Sono convinto che siamo fortunati perché abbiamo arbitri competenti che ci aiutano. A volte non mi piacciono alcune situazioni, a Genova l’arbitro è stato chiamato per un rigore clamoroso e al VAR ha cercato un fallo su Ramos inesistente. Avremmo vinto una partita ma è così, a volte ti va male. Anche stasera c’era un giovane e ha fatto una grandissima partita di personalità”