Amarcord - Marzo 2005, Parma-Cagliari 3-2: vittoria in extremis per la lotta salvezza

05.09.2019 15:20 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Amarcord - Marzo 2005, Parma-Cagliari 3-2: vittoria in extremis per la lotta salvezza

Con l'avvicinarsi di Parma-Cagliari, ci sembra adeguato e interessante ripescare dal passato uno dei Parma-Cagliari più belli e palpitanti nella storia recente del club. L'annata 2004/2005 del Parma fu una delle più strane dei crociati nel nuovo millennio. Passato alla storia come l'anno del drammatico derby-spareggio con il Bologna, in quell'anno i ducali furono anche protagonisti in Coppa UEFA, arrivando sino in semifinale. Sulla panchina, dopo l'esonero di Silvio Baldini, sedeva Gedeone Carmignani. Siamo nel marzo 2005, il Parma è invischiato nella zona salvezza e al Tardini riceve il Cagliari. L'obiettivo, neanche a dirlo, è solo uno: la vittoria. 

Eppure sembra da subito la classica giornata storta: pronti via, il Cagliari va in vantaggio su una sfortunata autorete di Bonera, che, per anticipare Esposito, interviene di testa e spiazza Frey. Il Parma non demorde e già al 10' pareggia con Gilardino, su assist dell'australiano Mark Bresciano. Arriva poi il sorpasso del Parma poco dopo: c'è ancora lo zampino di Bresciano, che batte il corner sul quale si avventa Gilardino. La spizzata dell'attaccante regala un'occasione d'oro a Bovo, che batte per la seconda volta in pochi minuti Iezzo. Il Parma, che aveva iniziato malissimo, avrebbe anche l'occasione di portarsi sul 3-1, ma Morfeo, dopo una splendida azione, colpisce il palo. 

Nella ripresa il Cagliari attacca e il Parma cerca di controllare, quando arriva quello che potrebbe essere l'episodio chiave del match, con l'espulsione di Frey per fallo su Suazo (appena entrato), con chiara occasione da gol per l'honduregno. Carmignani si vede costretto a togliere Morfeo per il secondo portiere Bucci e, proprio al 90', arriva il 2-2 di Suazo. Non ci voleva: per il Parma sarebbe stato fondamentale vincere per guadagnare tre punti vitali in ottica salvezza e questo pareggio complicherebbe parecchio le cose. La gara sembra destinata al pari, ma l'uomo della provvidenza è brasiliano e porta il nome di Fabio Simplicio, che dai 20 metri, al 93', lascia partire un bolide che regala tre punti al Parma. Tre punti in extremis che, facendo i conti, si scopriranno essere fondamentali per permettere al Parma di mantenere la categoria.

Parma-Cagliari 3-2
(4' aut. Bonera (C), 10' Gilardino (P), 17' Bovo (P), 89' Suazo (C), 90'+3 Simplicio (P))